Blog Family

Crostata con crema cotta e frutta

 

Finalmente una ricetta del mitico Montersino che vorrei proporvi, lui è sempre molto bravo e una sua ricetta non mi ha mai delusa, farete certamente bella figura, ora non guardate che i bordi siano bruciati in quanto ho problemi con il forno e purtroppo me ne sono accorta tardi altrimenti sarebbe bastato mettere della carta alluminio sopra per evitare questo effetto antiestetico.

 

Ho usato uno stampo da 22 cm, purtroppo non a cerniera, ma se lo avete vi consiglio vivamente di di utilizzare quello, eviterete che la crostata possa rompersi, come è successo a me, nel lato che non ho fotografato, ;).

Sicuramente vi avanzerà della frolla e della crema, che potrete conservare tranquillamente in congelatore per altre preparazioni.

Ed ecco a voi la ricetta, che io ho preso sul libro PECCATI DI GOLA, ed ho variato poi la finitura, in base a quello che avevo a casa.

Crostata con crema cotta e frutta

Per la pasta frolla:

2 tuorli

150 gr burro

250 gr farina 00

1/2 bacca di vaniglia i pistilli

100 gr zucchero a velo

Un pizzico di sale

Scorza grattugiata di 1 limone

Crostata con crema cotta e frutta

per la crema:

145 gr tuorli

320 gr latte intero

240 gr zucchero

160 gr panna fresca

30 gr. Fecola

 

Per guarnire:

Frutti di bosco surgelati q.b.

Banane fresche

Una bustina di colla di pesce in polvere

 

Preparazione Crostata con crema cotta e frutta:

 

Preparate la frolla come spiegato in questa ricetta, utilizzando gli ingredienti sopra descritti.

Preparate la crema cotta, seguendo questo procedimento, utilizzando sempre gli ingredienti sopra esposti.

Imburrate e infarinate la teglia e ricopritela con la frolla, bucherellate il fondo di quest’ultima con i rebbi di una forchetta e versatevi la crema.

Lasciate un po’ di spazio che dopo vi servirà per rifinire con frutta e gelatina.

Infornate in forno già caldo a 220° per 20 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare del tutto.

Decorate con la frutta e ricoprite con la gelatina e mettete in frigo fino al suo utilizzo.

Come sempre provare per credere.

Se avete dei dubbi o delle domande prima di cimentarvi non esitate a chiedere.

 


11 commenti

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.