Blog Family

Una principessa all’improvviso

Dopo la storia di Letizia e Will in un principe all’improvviso, adesso ho letto:

Una principessa all’improvviso, un libro di Lucia Cantoni. Questa volta la protagonista è Elisa la sorella del principe William. 

Essere innamorata non corrisposta del migliore amico di tuo fratello, è un classico e non fa meno male solo perchè Eliza è una principessa.

Sarà poi vero che Anatol non prova veramente nulla per lei? Oppure si è finalmente reso conto che lei è diventata una donna?

Leggete la storia insieme a me, se volete sapere come va a finire…

Una principessa all’improvviso la trama:

Quanto può rivelarsi difficile essere una principessa dei nostri giorni?

Eliza Thurn und Taxis lo sa molto bene; cresciuta nella bambagia e gravata delle responsabilità che l’etichetta di palazzo le impone, Eliza matura uno spirito di ribellione che la spinge a fuggire dalla prestigiosa università americana nella quale studia e di trovare impiego in uno sperduto ranch dell’Alabama, sotto falso nome.

Toccherà ad Anatol, il migliore amico di suo fratello, andare a recuperarla, riportandola sulla retta via.

Ma tra Eliza ed Anatol non scorre buon sangue. L’avvenente avvocato e la principessa hanno, infatti, dei burrascosi trascorsi che faranno scoppiare più di una scintilla… ma si sa, è proprio da una favilla che ha origine il fuoco dell’amore…

 

Una principessa all’improvviso è il secondo romanzo autoconclusivo della serie Principi del Palatinato. Entrambi i libri possono essere letti singolarmente e senza seguire l’ordine di uscita.

Trovate il primo volume, Un principe all’improvviso, qui.

 

ESTRATTO:

“«Che stai facendo?» mormorò Blue a corto di fiato. Che domanda stupida da fare…

«Ti sto provando quanto ti sbagli.» Le iridi chiare di Maverick erano buie e fonde alla penombra dell’abitacolo, ma un fuoco inestinguibile e divorante sembrava arderle; l’orgoglio era un peccato davvero sottovalutato.

Poi, accadde e fu come piombare giù dalle nuvole e scoprire che l’inferno non era un posto tanto brutto.

Le labbra di Blue si aprirono all’assalto della lingua di Maverick, facendole finalmente gustare il sapore di quel bacio che aspettava da tanto tempo.

Anatol baciava in modo deciso ed esigente, ma con uno struggimento che pareva volerle rubare il respiro ad ogni affondo.

Era sicuro di sé e talmente intraprendente da farle pensare che la stesse finalmente trattando come la donna che era. Non si baciava in quel modo una ragazzina ed era convinta che anche lui ne fosse consapevole.”


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.