Blog Family

Pasta ai quattro formaggi

Oggi ho preparato questa pasta ai quattro formaggi dopo averne letto la ricetta sul nuovo libro di Sonia Peronaci (la famosa autrice di Giallo Zafferano) guarda che buono!

Lei racconta che a New York era andata alla ricerca del mac and cheese e non li aveva trovati da nessuna parte finché un’amica non le ha detto che in america è un piatto casalingo, non l’avrebbe mai trovato in alcun ristorante!

Ingredienti Pasta ai quattro formaggi:

Pasta 400 gr

Taleggio morbido 80 gr

Parmigiano Reggiano 80 gr

Sale/pepe bianco q.b.

Latte intero 200 ml

Panna fresca 50 ml

Groviera (o Emmental) grattugiato 80 gr

Procedimento Pasta ai quattro formaggi:

Ponete una pentola con abbondante acqua salata sul fuoco e portatela ad ebollizione.

Preparate i formaggi che vi serviranno per la salsa tagliandoli a dadini; versate il latte e la panna in un tegame posto sul fuoco basso, buttateci dentro il parmigiano grattugiato e i formaggi. Salate e pepate appena saranno completamente sciolti versateli sulla pasta, se vi piace potreste metterli anche a gratinare nel forno per 5 minuti funzione grill.

Buon appetito Angela.

English version

Today I prepared this pasta with four cheeses after reading the recipe in the new book by Sonia Peronaci (the famous author of Giallo Zafferano) look how good!

She says that in New York she had gone in search of mac and cheese and had not found them anywhere until a friend told her that it is a homemade dish in America, she would never find it in any restaurant!

Ingredients Pasta with four cheeses:

Pasta 400 gr

Soft Taleggio 80 gr

Parmesan cheese 80 gr

Salt / white pepper to taste

Whole milk 200 ml

Fresh cream 50 ml

Grated Gruyere (or Emmental) 80 gr

Pasta with four cheeses:

Place a pot with plenty of salted water on the fire and bring it to a boil.

Prepare the cheeses you will need for the sauce by cutting them into cubes; pour the milk and cream in a pan placed on low heat, throw in the grated parmesan and the cheeses. Salt and pepper as soon as they are completely melted pour them on the pasta, if you like you could also put them au gratin in the oven for 5 minutes grill function.

Enjoy your meal Angela.

La trama del libro guarda che buono!

“Da mamma di ben tre giovani pulzelle, so perfettamente quanto sia difficile piazzarsi quotidianamente ai fornelli e sfornare idee sempre appetitose e nuove, che soddisfino il palato degli adulti e invoglino i piccoli a mangiare qualcosa che non rientri per forza nella malefica triade della goduria (vale a dire cibi unti, fritti o dolci).” Con “Guarda che buono!” Sonia Peronaci ci mette a tavola direttamente nella cucina di casa sua, quella di famiglia, il luogo dove ha sperimentato le ricette arricchite da affetto e fantasia. Anni di esperienza alle prese con figlie, amici delle figlie e prole delle amiche le sono serviti per elaborare trucchi infallibili per schivare facce interrogative e quel fastidioso rimestare nel piatto, accompagnati dalla solita domanda “Che cos’èèè?” espressa con un tono fra l’inorridito e il disperato. “Guarda che buono!” nasce dalla personale trincea di mamma armata di cucchiaio e creatività ed è una gustosa ciambella di salvataggio lanciata alle altre mamme italiane che hanno il problema di risolvere il momento del pasto quotidiano, trasformandolo in quello che dovrebbe essere: una gran festa per tutti. Seguendo le oltre cento ricette consigliate con la solita efficienza da Sonia, consumare il cibo sarà solo l’ultimo passaggio di un rito divertente in cui genitori e figli si saranno sbizzarriti a colorare pasta e impasti, disegnare torte con le facce, inventare personaggi e dipingere paesaggi


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.