Pasta alla genovese di tonno

Oggi ho cucinato la:

Pasta alla genovese di tonno

La prima volta che ho assaggiato questa ricetta mi trovavo a Cetara, un piccolo paesino della costiera amalfitana, ho deciso di riproporla a casa, per sentirmi ancora un po’ in vacanza. Sembra che l’inventore di questa ricetta sia proprio un cetarese, il proprietario del ristorante il convento, non ho avuto il piacere di andarci a mangiare ma ne ho sentito parlare molto bene, la prossima volta che sarò a Cetara, ci andrò sicuramente.

La genovese è un tipico piatto fatto principalmente di carne e cipolla, con una cottura lenta.

Potete accompagnare questo piatto con la bruschetta di Cetara preparata con: pane tostato, olio, aglio, ricotta e un filetto di Alici sotto sale.

Pasta alla genovese di tonno ingredienti:

400 gr. di pasta
300 gr di filetto di tonno fresco
1 bicchiere di vino bianco
Abbondante olio extravergine di oliva
per il soffritto:
1 carota
1 costa di sedano
1,5 kg di cipolle bianche

Pasta alla genovese di tonno procedimento:

Tritate la carota ed il sedano e fateli rosolare nell’olio pochi minuti, aggiungete le cipolle tagliate a fettine sottili (io le trito nel Bimby così evito di piangere).
Aggiungete un bicchiere di vino bianco, fate evaporare e lasciate stufare le cipolle a fuoco molto lento per circa due ore, se dovessero asciugarsi troppo aggiungere del brodo vegetale bollente preparato sedano, carota e cipolla.
Il composto sarà cotto quando otterrete una crema di cipolle.

A questo punto aggiungete il filetto di tonno tagliato a grossi dadini e lasciatelo cuocere a fuoco leggermente vivace per cinque minuti, salare leggermente.
Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela al dente.
Saltatela pochi minuti in un padella con il sugo di cipolle e tonno, aggiungete un po’ di acqua di cottura se necessario. Se vi piace il formaggio con il pesce (a me sì) fate una spolverata di pecorino. A chi piace può aggiungere aceto balsamico o succo di limone e una grattugiata di limone BIO al momento.

Buon appetito Angela.

English version

Today I cooked the: Tuna Genoese pasta

The first time I tasted this recipe I was in Cetara, a small village on the Amalfi coast, I decided to propose it again at home, to feel a little more on vacation.

It seems that the inventor of this recipe is really a Cetarese, the owner of the restaurant il convent, I didn’t have the pleasure of going to eat there but I heard about it very well, next time I’m in Cetara, I’ll definitely go there.

Genoese is a typical dish made mainly of meat and onion, with a slow cooking.

You can accompany this dish with Cetara bruschetta prepared with: toasted bread, oil, garlic, ricotta and a salted anchovy fillet.

Tuna Genoese pasta ingredients:

400 gr. of pasta 300 gr of fresh tuna fillet 1 glass of white wine Abundant extra virgin olive oil

for the sauté:

1 carrot 1 stick of celery 1.5 kg of white onions

Tuna Genoese pasta procedure:

Chop the carrot and celery and brown them in oil for a few minutes, add the thinly sliced ​​onions (I chop them in the Thermomix so I avoid crying). Add a glass of white wine, let it evaporate and let the onions simmer over very low heat for about two hours, if they become too dry, add some boiling vegetable broth prepared with celery, carrot and onion. The mixture will be cooked when you get a cream of onions. At this point add the tuna fillet cut into large cubes and let it cook over a slightly high heat for five minutes, salt lightly.

Meanwhile, cook the pasta in abundant salted water and drain it al dente. Sauté it a few minutes in a pan with the onion and tuna sauce, add a little cooking water if necessary. If you like cheese with fish (I do) make a sprinkling of pecorino. Those who like it can add balsamic vinegar or lemon juice and a grated BIO lemon at the moment.

Enjoy your meal Angela.

Lascia un commento

1 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.