Blog Family

Latte materno

Ho letto l’e-book latte materno di Sara Cosano, regalato dal sito il bambino naturale per festeggiare i suoi 15 anni di attività.

E’ un libro di 50 pagine sull’allattamento davvero molto bello, l’ho letto in una serata anche se ormai ho già passato questa fase della mia vita di mamma.

L’autrice giustamente afferma che se allattate a richiesta, salvo problemi fisici nel 99% dei casi il latte ci sarà ma allattare con l’orologio in mano ogni tre ore non significa allattare a richiesta!

Ho allattato entrambi i Child per un anno a testa e se qualcuno mi chiede un consiglio io avverto che è faticoso, è vero che preparare la bottiglia è antipatico (ho fatto anche questo perché per il primo mese ha avuto un allattamento misto) ma puoi farti aiutare ed è un po’ più pesante quindi si possono allungare i tempi. Invece con l’allattamento naturale il primo mese il bambino mangerà sicuramente ogni due ore poi due ore e mezza fino ad un max di quattro ore quando a sei mesi introdurrete le pappine. Praticamente ragazze mie non si dorme!

L’Italia è un paese strano, sembra tanto pro allattamento poi non c’è nessuno che ti spiega come fare, in Inghilterra c’è una tata che viene a casa per vedere se tutto va bene, da noi dopo tre giorni ti rimandano a casa con il fagottino e chi sè visto sè visto, se non si ha la (s)fortuna di avere parenti intorno si è sole senza riferimenti.

I problemi e i consigli non richiesti iniziano già prima che nasca il bambino, mia mamma: “tanto non allatterai io con voi due non ho avuto latte, sono dovuta passare subito a quello artificiale, tanto siete venute bene lo stesso.”

mio marito: “non allatterai perché hai l seno troppo piccolo” una seconda prima di rimanere incinta, una terza in gravidanza e una quarta durante l’allattamento, ma chi voleva come moglie Serena Grandi?!?!

Se allatti al seno all’inizio tutti a farti i complimenti ma com’è bello, ma come cresce bene… poi iniziano a chiederti: “ma ancora allatti?” la prima volta me l’ha detto una neomamma come me, le ho risposto ha solo 5 mesi lo allatto SOLTANTO!

Ma le mie amiche che hanno allattato con la bottiglina non è che se la sono passate meglio: “sei un egoista” “solo perché devi tornare al lavoro” “non hai insistito abbastanza” “non hai spirito di sacrificio” “queste mamma moderne…”

Ne avete qualcuna da aggiungere che ho dimenticato? 😉

Comunque l’unico consiglio che mi sento di darvi é: fate quello che sentite sia meglio per voi e per il vostro bambino solo così potrete essere felici entrambi.

 


5 commenti

  • il 26/10/2012 scrive:

    Ciao,
    ho visto il tuo link sul sito di Homemademamma, sono anche io una partecipante del suo “Venerdì del libro”.

    Non ho letto questo ebook, ma conosco Sara Cosano per averla incrociata virtualmente nelle newsletter che frequentavo quando è nata mia figlia e quindi mi aspetto un libro con consigli molto chiari, vista la sua professionalità come consulente dell’allattamento.

    Non sono d’accordo con quello che scrivi: allattare non è così pesante. Anzi!
    E di notte si dorme eccome una volta trovato il ritmo giusto, io da che ho scoperto il cosleeping (cioè ho smesso di rimetter la bimba nella cullina accanto al lettone ma ho imparato che potevamo dormire accanto con un lettino senza la spondina di confine ben attaccato al lettone – che tecnicamente si chiama “side bed” ma è solo una modifica a un qualsiasi lettino normale -) ho dormito tuttal a notte, mi svegliava la piccola per pochi minuti si attaccava, staccava, ridormiva e noi adulti pure. Ho allattato lungamente e a richiesta, quando ho dovuto assentarmi ho lasciato latte tirato.
    Poi ovviamente ogni esperienza è a se’, ma dire che è dura allattare secondo me è fuorviante, io avrei penato di più a dovermi alzare di notte a preparare o riscaldare la formula, non ho dubbi…

    Se ti interessa approfondire il tema in occasione della settimana dell’allattamento io ho recensito, sempre per il venerdì del libro di Paola, http://ilmondodici.blogspot.it/2012/10/libri-un-dono-per-tutta-la-vita.html che chiude ti piacerà penso perchè l’autore dice esattamente che ogni mamma deve poter scegliere quel che sente, per il bene del suo bambino e anche suo.

    ciao!



    • Super Mamma il 26/10/2012 scrive:

      Con un figlio é come dici tu ma con due? I Child hanno un anno e mezzo di differenza e si svegliavano ad orari diversi perché ormai erano abituati a dormire e svegliarsi ogni tre o quattro ore per 4 anni non ho dormito, forse con la bottiglia ti alzi ma dormono di più, non lo sò perché non l’ho provato o forse é vero che con i bimbi piccoli non si dorme e basta, io non ho mai tirato il latte quindi mi sentivo questa pressione di non potermi allontanare perché poi se voleva mangiare? e me la faceva sentire anche mio marito se glieli volevo lasciare e pure gli atri tutto ad acquietare con la tetta, vabbè dagliela che si calma … non rinuncerei in nessun caso all’allattamento che ho amato molto ma non mi sento nemmeno di dire che é una passeggiata.



  • Stefania il 28/10/2012 scrive:

    Concordo con il tuo consiglio finale: ogni mamma dovrebbe fare ciò che si sente senza subire troppo stress da chi crede di sapere tutto e dispensa “perle di saggezze” spesso non richieste… Io ho allattato al seno entrambi i miei figli e tutti e due piuttosto a lungo… Avendo 18 mesi di distanza luno dall’altra è stato faticoso, soprattuto in alcuni momenti, ma è stata una gioia. Lo rifarei…



    • Super Mamma il 29/10/2012 scrive:

      Cara Stefania anche io lo rifarei e anche i Child hanno un anno e mezzo di differenza però non mi sento di dire che é una passeggiata, ma probabilmente nemmeno l’allattamento artificiale lo é!



  • Homemademamma » Venerdi’ del libro: My book of amazing crafts il 30/10/2012 scrive:

    […] Blogfamily […]



Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.