Colorare seguendo il metodo Montessori

Dopo aver letto a tal proposito un articolo di Claudia Colorare seguendo il metodo Montessori, del blog: “la casa nella prateria” mi sono organizzata anch’io, così come ha fatto lei. In effetti mi sono resa conto che i portapastelli da noi creati con i barattoli di latta, erano sì comodi per tenere i colori sempre a portata di mano, e da portare con sé.

Ma allo stesso tempo tutti i colori sono all’interno mischiati e ogni volta che si deve cambiare colore, se ne devono tirare fuori tanti prima di trovare quello giusto.

Per disegnare e colorare do sempre ai Child fogli bianchi, non avevo mai pensato di dargli fogli colorati per vedere poi che colore si ottiene, visto che mi trovavo in cartoleria ho acquistato anche fogli a righe a quadretti, ruvidi e lisci per far provare tutte le differenze di disegno e di colore.

Infine ho acquistato anche un piccolo tavolino in plastica rosso perché quello che avevano in precedenza era diventato piccolo e il tavolo della cucina è sempre ingombro. Da adesso hanno un tavolo che è solo per i loro progetti ed essendo in plastica se ho bisogno di spazio (la casa è piccolina) posso metterlo in giardino senza preoccuparmi che si rovini.

Se v’interessa il metodo di Maria Montessori altri articoli li trovate qui.

10 commenti su “Colorare seguendo il metodo Montessori”

  1. Anche io ho seguito i consigli di Claudia e in effetti i risultati si vedono… E poi ho scoperto che esistono delle app per iPad ispirate al metodo Montessori per colorare senza uscire dai bordi – Play Montessori. Anche quelle da provare, per quando non si ha dietro foglio e pennarelli!

    Rispondi
  2. cara cento per cento mamma ma ci credo che non ho uno smart phone?!?!
    una mi aamica che ce l’ha fà fare spesso il gioco montessori dell’alfabeto a lui piace molto, anche perché stà studiando fonetica anche durante le lezioni d’inglese quindi scopre le differenze tra le due lingue

    Rispondi
    • a scuola loro ce li hanno sistemati perché ognuno ha il suo astuccio a tre piani mentre ai piccoli le maestre hanno fatto tanti portamatite ma a colore: tutti gialli, tutti bianchi, rossi etc… in modo che ogni bambino và sulla cattedra e prende quello che gli serve

      Rispondi

Lascia un commento

2 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.