Blog Family

Il primo bagnetto del neonato: tutto quello che devi sapere!

Hai acquistato tutto il necessario per la cura del neonato, hai allestito la sua cameretta e, finalmente, hai portato a casa il tuo bambino appena nato. Ma è quando arriva il momento del primo bagnetto che molteplici domande si affollano improvvisamente nella tua mente di neomamma. Quando posso fare il bagno al neonato? Quanto spesso dovrei farlo? Qual è la giusta temperatura dell’acqua? Non ti preoccupare: abbiamo raccolto in questo articolo tutti i consigli e i suggerimenti per prepararti al primo bagnetto del tuo bambino!

Quando fare il primo bagnetto?

Una volta erano gli ospedali che, subito dopo la nascita, si occupavano del bagnetto del neonato. Nel corso del tempo, però, la situazione è cambiata: l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di ritardare il bagnetto del neonato di almeno 24 ore dopo la nascita. Questo per vari motivi: i bambini piccoli sono particolarmente sensibili al freddo e lo stress indotto dal freddo può indurre il corpo a lavorare per mantenersi caldo: ciò può far scendere i livelli di zucchero nel sangue.

Gli esperti concordano sull’attendere qualche giorno per fare il primo bagnetto al neonato: del resto, i bambini appena nati non giocano con il fango e non si rotolano sul pavimento! Ecco perché, tutto ciò che dovrai fare dopo la sua nascita, sarà prenderti cura di lui, allattarlo e pulire accuratamente l’area del pannolino.

Quante volte dovresti fare il bagno al neonato?

Per i neonati è sufficiente fare un “bagnetto” con una spugna bagnata da una a tre volte alla settimana. E’ davvero essenziale, inoltre, non immergere completamente il bambino nell’acqua finchè il cordone ombelicale non si stacca. Alcuni genitori preferiscono fare il bagno regolarmente come parte della routine della buonanotte: si tratta di una pratica molto comune che può aiutare il neonato a rilassarsi e ad abbandonarsi più facilmente al sonno.

Come fare il bagno con la spugna al neonato

Fare il bagno a un neonato all’inizio può sembrare difficile ma niente paura: con un po’ di preparazione e il giusto stato d’animo, il primo bagnetto del tuo bambino sarà un’esperienza gioiosa e senza stress. Sì, il bambino probabilmente piangerà, ma non significa che stai facendo qualcosa di sbagliato!

 

Trascorsa la prima settimana dopo la nascita, è arrivato il momento di fare al neonato un bagno di spugna rapido e delicato. Ecco come.

Per prima cosa, devi avere a portata di mano un asciugamano asciutto, un pannolino pulito, salviette e bagnoschiuma delicato per bambini. Tieni tutte queste cose accanto a te in modo da non doverti allontanare: non lasciare mai il neonato da solo nella vasca da bagno, nemmeno per un secondo.

Puoi usare una vasca da bagno per bambini da posizionare nel lavandino o nella vasca.  Scegli un luogo che sia abbastanza caldo e dove ti è possibile inginocchiarti o stare in piedi tenendo sempre la presa ben salda sul bambino.

Dopo aver tolto la tutina ed il pannolino, adagia delicatamente il neonato nella vasca da bagno: ti consigliamo di coprire il bambino con un altro asciugamano, sollevando solo una piccola area alla volta e asciugandolo mentre procedi a detergerlo. Usando un panno imbevuto di acqua tiepida, strofina delicatamente la pelle del neonato, prestando particolare attenzione alla zona del pannolino. Poi asciugalo con cura e rivestilo in un luogo sufficientemente caldo.

Come fare il bagnetto completo al un neonato

Una volta che il moncone del cordone ombelicale è caduto, puoi iniziare a fare il bagnetto completo al tuo bambino. All’inizio fare il bagno al neonato può essere complicato, quindi, se ti è possibile, chiedi l’aiuto di un partner o di un familiare. 

Per prima cosa, riempi la vasca con pochi centimetri di acqua calda, poi immergi delicatamente il neonato nella vaschetta sempre sostenendogli la testa. La temperatura ideale dell’acqua è di 37 gradi: puoi immergere il polso per capire se l’acqua è alla giusta temperatura oppure puoi usare un termometro.

Anche in questo caso, devi tenere sempre il neonato coperto durante il bagnetto: anche se la stanza è calda e l’acqua è alla giusta temperatura, il neonato può perdere rapidamente calore corporeo. 

Usando un panno morbido, strofina delicatamente la pelle del neonato, compresa  la testa e il viso. Presta particolare attenzione alle pieghe sotto le ascelle, alla zona dietro le orecchie, intorno al collo e nell’area genitale. Puoi usare un sapone naturale e senza profumo ma ricorda che l’acqua calda ed un panno morbido sono sufficienti per detergere accuratamente il neonato.

Una volta terminato il bagnetto, avvolgi il neonato in un asciugamano con cappuccio. Ricorda che, anche se la pelle del neonato può sembrarti secca, non ha bisogno di essere detersa con creme e lozioni varie. I bambini nascono con una pelle morbida ed elastica quindi non hanno davvero bisogno di lozioni!

Assolutamente sconsigliato il talco per bambini: pediatri sconsigliano di usarlo perché le sue particelle possono entrare nei polmoni del neonato e causare problemi respiratori.

Sì, lo sappiamo: sono davvero molte le cose di cui tener conto quando si tratta del primo bagnetto del neonato! Ma ricorda che, con le dovute accortezze e la giusta calma, il tuo bambino imparerà ad apprezzare questo importante momento di gioco e pulizia personale!

 


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.