Forrest gump il film

Forrest gump

È un film che ho visto con mio figlio First, l’avevo già visto quando uscì ma non me lo ricordavo benissimo.

Forrest correva velocissimo tanto che nonostante avesse un quoziente intellettuale basso era riuscito ad entrare all’università come quarterback.

Durante la sua vita si vedono tutte le cose che succedono negli anni 50/60/70 e oltre nella storia dell’America.

Lui dopo l’università entra nei marines e viene mandato in Vietnam. Poi divenne un campione di ping pong e un proprietario di una barca di gamberetti.

La vita è come una scatola di gioccolattini, non sai mai quello che ti capita. 

Forrest gump la trama:

La storia descrive la vita di Forrest Gump (Hanks), uomo dal cuore gentile che dall’Alabama, è testimone involontario di diversi eventi nel XX secolo, che hanno scritto la storia degli Stati Uniti.

Forrest Gump è un uomo semplice, dal cuore grande, ma con un basso QI. L’infanzia la trascorre insieme alla sua migliore (e unica) amica Jenny (Robin Wright) e a sua ‘mamma’ (Sally Field) che gli insegna i modi della vita e lo lascia essere padrone del proprio destino.

Forrest, una volta adulto, decide di unirsi all’esercito per andare in Vietnam: in guerra trova nuovi amici: il Tenente Dan (Gary Sinise) e Bubba (Mykelti Williamson).

Durante la sua lunga e avventurosa vita vince medaglie, crea una famosa catena di ristoranti di gamberetti, ispira le persone a fare jogging, diventa campione di ping-pong, crea lo smile, inventa adesivi e scrive canzoni, dona alle persone bisognose e incontra il presidente degli Stati Uniti d’America più volte.

Tuttavia, questa vita piena di soddisfazioni è, per lo stesso Forrest, irrilevante perché la sola cosa che può renderlo felice è il suo amore d’infanzia, Jenny Curran, che – al contrario di Forrest – ha rovinato per sempre la propria esistenza con eccessi di droga, alcol e prostituzione. Ma alla fine e nonostante tutto, Forrest riesce a dimostrare che chiunque può amare chiunque.

Il film si conclude con la chiusura di un cerchio: la piuma dell’inizio, che sorvola su quel ragazzo diventato uomo e finalmente padre, che si prende cura di un bimbo, il dono più bello che potesse fargli la sua Jenny, che non ha mai avuto il coraggio di inficiare la purezza di Forrest, con i suoi trascorsi deplorevoli.

“Mamma diceva sempre: devi gettare il passato dietro di te, prima di andare avanti”.

Lascia un commento

undici − 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.