Blog Family

Footloose il film


Footloose

Un film in cui ai ragazzi è vietato tutto: ballare, ascoltare musica, leggere particolare libri…

Per mio figlio è impensabile che in un paese democratico ci siano tutte queste limitazioni.

Con mio figlio ogni settimana vediamo un vecchio film

Footloose la trama:

è un film del 1984 diretto da Herbert Ross e distribuito dalla Paramount Pictures.

Il film è vagamente ispirato ad alcuni eventi accaduti nella piccola comunità rurale di Elmore City in Oklahoma.

Un ragazzo di Chicago, Ren McCormack, si trasferisce a Bomont, un piccolo paese di provincia che ha bandito la musica rock, il ballo e tutto ciò che può corrompere la moralità della cittadina.

Dopo che pochi anni prima due ragazzi (tra cui il figlio del reverendo del paese, Shaw Moore) sono morti mentre tornavano da un concerto fuori città.

Ren si fa subito dei nemici, a partire dal fidanzato e dal padre della giovane Ariel (il reverendo Shaw), per finire con tutto il resto del paese (tranne alcuni con cui diventa amico come Willard, Rusty e pochi altri), che lo etichettano come un ragazzo senza morale, poiché non capisce le regole del paesino e legge romanzi considerati peccaminosi come Mattatoio n. 5.

Ma proprio per questo suo aspetto “ribelle” Ariel si innamora di lui, anche per contrastare apertamente il padre, secondo lei colpevole del bigottismo dilagante nella cittadina, al quale prima aveva disobbedito solo di nascosto.

Ariel (anche grazie alla sua conoscenza, piuttosto ovvia, della Bibbia) aiuterà Ren a ottenere l’autorizzazione per fare il ballo di fine anno nel magazzino fuori città dove Ren lavora.

In seguito ad uno spiacevole episodio (alcuni cittadini particolarmente ferventi decidono di bruciare alcuni dei libri della biblioteca scolastica) il reverendo comprende che negare alcune libertà, come appunto l’ascolto della musica rock, non è prerogativa di un gruppo di persone segnate da un dolore e che, invece, lasciare ai ragazzi la libertà di crescere è senza dubbio la scelta migliore.


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.