Tacco 12 istruzioni per l’uso

Dopo aver letto i libri: 12 regole per essere felici sui tacchi e guida bionda per influencer. Sono approdata al libro: Tacco 12

Stiletto: istruzioni per l’uso per diventare belle, fighe e pure simpatiche. Di Veronica Benini in arte Spora 🙂

Per il momento i tacchi 12 li sto solo acquistando, spero che presto arriverà anche l’occasione per indossarli.

Non arrendetevi alla noia di una vita piatta. Ogni donna merita di più.

La cosa più affascinante in una donna e’ la fiducia in se stessa. Sempre.

E’ sentendoti figa che diventi figa. Il rossetto non ti cambia, e’ il percorso che hai fatto per metterlo, per sentirlo tuo che ti ha cambiato.

Vi piacciono i miei sandali? E voi siete da tacco 12 o da ballerina?

Sinossi Tacco 12 istruzioni per l’uso:

 

Passo fluido, figura slanciata, ticchettio cadenzato: quale donna non ha sognato di muoversi disinvolta su un paio di stiletti? Anche Marta vorrebbe, ma fanno male, sono scomodi e, peggio ancora, le donano la grazia di un T-rex. Finché incontra la Spora, una sorta di angelo custode biondo e fashion, che rivoluziona la sua vita, a partire dalla scarpiera disperatamente piatta.

Di zeppa in plateau, di sandalo in stivale, il tacco si alza, e di conseguenza l’autostima, la carriera e il batticuore. Pura fantasia? Solo nella forma, perché la sostanza è tutta vera. Da secoli i tacchi sono un indiscusso simbolo erotico, anche per un motivo fisico: impongono al piede e al bacino di assumere una posizione simile a quella che si ha durante l’orgasmo, rendendo la donna più consapevole della propria sensualità.

A patto, ovvio, di saperli portare. Attraverso questa divertente favola moderna, Veronica Benini, la prima heel coach italiana, insegna tutti i trucchi per domare le scarpe più fighe: come sceglierle in modo da evitare danni posturali, quali modelli non fanno soffrire (esistono!), quali supereranno la prova del tempo (da comprare senza sensi di colpa), quali invece durano l’arco di una notte.

E poiché il passo dal guardaroba al beauty è breve, non mancano consigli per prendersi cura di sé, studiare look überfemminili e spingere alle stelle il tasso di sexytudine. Perché solo un’arma di seduzione di massa può trasformare una gattina in una pantera, bucare il soffitto di cristallo e conquistare il principe azzurro. Le miscredenti in ballerine sono avvertite.

7 commenti su “Tacco 12 istruzioni per l’uso”

  1. Sono assolutamente da ballerina, anzi da scarpa da ginnastica (le ballerine sono la mia versione elegante!) ma sento dentro una profonda mancanza a causa dell’incapacità di portare i tacchi! Me ne rendo conto e comincio ad ammetterlo, arriverò mai a fare il passo successivo?

    Rispondi
  2. Non hai bisogno di nessun manuale, mi sembri molto motivata! Il manuale ha tutta l’aria di essere una provocazione molto intelligente… tutti i manuali indirizzati ad un pubblico che in teoria dovrebbe essere segnatamente femminile (ma non è sempre detto!) fanno pensare alla donna “equilibrista” altrimenti detta “multitasking”, insomma la stessa donna che trova questa “roba” assolutamente demenziale (ovviamente li compra perché deve essere informata, anzi informatissima… )
    La metafora del tacco dodici potrebbe rappresentare una sorta di giro di boa, indubbiamente l’immagine è molto poetica… non ci sono molti modi eleganti per descrivere la caparbietà dell’essere umano… il tacco dodici non aggiunge nulla alla femminilità di una donna, si tratta di una passione che non nasce dall’idea che dovrai stare in equilibrio sui trampoli… secondo me non è importante fare tante cose ( o almeno non è necessario) la cosa importante è farle con convinzione e con amore!:)

    Rispondi
    • Cara Rossella non metto sempre i tacchi, non starei comoda ma credimi la differenza c’è e si vede e me la stanno facendo notare tutti! Prova e fammi sapere.
      p.s. forse verso i 40 anni come sono io non basta più una lavata di faccia e via com’era prima 😉

      Rispondi
  3. Non sono tanto da ballerina, piuttosto un tacco 2-3!
    Niente mi viene male alla schiena, di più, reggo poche ore.
    E poi, nel tempo libero, scarpe da ginnastica o sandali sportivi!
    Questo libro potrebbe aiutarmi a cambiare un po’ la mia immagine, lo metterò in lista!

    Rispondi
  4. Io sono sempre stata da scarpa da tennis ma da qualche anno a questa parte, avendo cambiato lavoro lasciandone uno che richiedeva di essere sempre di corsa per uno d’ufficio, ho iniziato anche io ad essere tacco 12 ogni tanto… senza esagerare, però….

    Rispondi

Lascia un commento

7 + 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.