Homeschooling, voi lo fareste?

Homeschooling, voi lo fareste? Io no! Lo so’ sembra un paradosso, visto che uno delle categorie di questo sito è proprio homeschooling. Ma io lo intendo come affiancamento all’istruzione di base scolastica non come esclusività.

Credo che a meno di non essere un insegnante, non si possano avere tutte le competenze necessarie, per farla. Poi fare scuola con la mamma secondo me è troppo “facile” ad esempio: First mi dice la lezione di scienze e va benissimo, diciamo da dieci, la dice in classe e prende nove, perché?

Perché si emoziona a dire la lezione alla maestra e davanti alla classe di amici, ma quante volte nella vita si troverà ad affrontare situazioni analoghe? Tante! Quindi meglio che cominci ad abituarcisi!

E poi in classe si fa brainstorming, s’impara a lavorare in gruppo, si fanno amicizie che potrebbero durare una vita, che da solo a casa con mamma non potrebbe mai fare, perché privare un bambino di tutto questo? Dite che esagero?

Voi avete avuto esperienze di homeschooling? Lo fareste per vostro figlio? grazie 🙂 Angela

6 commenti su “Homeschooling, voi lo fareste?”

  1. Allora, premetto che rispetto chi fa questa scelta, perché bisognerebbe contestualizzare il perché di questo passo caso per caso, ovviamente. Per quanto mi riguarda sono d’accordo con te. La scuola, per quanto malandata,è fondamentale per sostenere i valori che i genitori tentano di insegnare, al di là delle materie in se per sé.

    Rispondi
    • Assolutamente anche io rispetto chi lo fa’, dico solo che non penso di essere in grado di farlo e che non credo sia poi meglio per mio figlio di quello che può fare la scuola. Fermo restando che c’è comunque quello che integro io il pomeriggio, non metto tutto il peso della cultura dei miei figli sulle spalle della scuola.

      Rispondi
  2. io non sono sicuramente in grado di farlo…posso aiutarli nel fare le cose ma non sostituirmi ad un insegnante…bravo chi ci riesce….comunque anche io ritengo che il rapporto con gli altri bimbi sia fondamentale per la crescita…

    Rispondi
  3. Rispettando i pensieri altrui, io l’ho pensata e la penso come te . . . non per delegare, ma perché, spero, i ragazzi abbiano delle persone validamente preparate e che in quelle ore pensino solo all’insegnamento! 🙂

    Ciao, Fior

    Rispondi
    • Sono d’accordo la varietà è importante è giusto che imparino ad avere contatti con tante persone magari anche con chi non conoscono 😀

      Rispondi

Lascia un commento

quattro × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.