Blog Family

Bebè a costo zero

Bebè a costo zero

Ho sentito tanto parlare di questo libro di Giorgia Cozza Bebè a costo zero, che alla fine ho ceduto e l’ho acquistato.

E’ vero come dice il libro che i bambini soprattutto quando sono piccoli hanno bisogno di pochissime cose materiali (ma soprattutto di affetto e attenzione) e che tante cose ve le regaleranno e altre potreste prenderle in prestito. Ad esempio io ho avuto prestate tutte le tutine dei Child dalla cugina di mio marito che aveva un maschietto un anno più grande dei miei, anche perché quando sono così piccoli i vestiti non si sciupano perché si usano poco (crescono davvero in fretta) e poi non si sporcano come quando sono grandi.

Credo che l’unico neo di questo libro come di tutti quelli orientati al maternage é che non tiene conto delle mamme che lavorano o che anche se non lavorano non hanno intenzione di restare attaccate al loro bambino per tre anni 24h/su 24.

E’ comunque sicuramente utile perché l’offerta di prodotti per in neonati è davvero ampia ed è vero che tante cose non servono. Come mamma di due bambini vi posso consigliare di acquistare solo l’essenziale: culla passeggino, ovetto per l’auto e aspettare a vedere crescere il bambino e le sue esigenze.

la trama:

Questa guida al consumo critico si addentra nell’affollato mondo dei prodotti per l’infanzia, per scoprire cosa può effettivamente essere utile durante la gravidanza e nei primi anni di vita del bambino, distinguendo le reali esigenze di mamma e bebè dai bisogni indotti, creati ad arte dalla pubblicità.

 

Il risultato di questo viaggio è una serie di spunti, proposte, suggerimenti pratici per salvarsi dalla trappola del “caro-bebè”, risparmiare diverse migliaia di euro (sì, proprio migliaia di euro!) e, al tempo stesso, rispettare l’ambiente in cui viviamo.

 

Quanto costa avere un bambino oggi? Cosa serve alla futura mamma per affrontare al meglio il periodo dell’attesa? E, soprattutto, cosa è necessario per accogliere il proprio piccino e non fargli mancare nulla? Ogni genitore desidera il meglio per il suo bambino, questo si sa. Ma qual è il meglio? E quanto costa?

 

Culle, carrozzine, ciucci, sdraiette, pannolini, omogeneizzati… Gadget e accessori per l’infanzia si sono moltiplicati a dismisura, e la pubblicità promette risposte e soluzioni per ogni bisogno del nostro bambino.

 

Bisogni che, a giudicare dalla vasta offerta che troviamo nei cataloghi delle aziende del settore, sembrano davvero infiniti: la pappa, la nanna, il bagnetto, la passeggiata, ogni aspetto della vita del bambino richiede una serie infinita di acquisti, tutti “indispensabili” e tutti… costosi. Molto costosi. Difatti, secondo indagini e statistiche, una dei primi motivi della bassa natalità italiana è proprio quello economico.

 

Le numerose testimonianze di mamme e papa e gli approfondimenti degli esperti (ginecologi, pediatri, fisioterapisti, ecc.), che arricchiscono le pagine di questo libro, offrono al genitore un’ampia scelta di alternative per difendersi dalle spese inutili e circondare il proprio piccino solo di quanto può realmente favorire il suo sviluppo psico-fisico e una crescita serena e armoniosa.


1 commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.