La scuola che non c’è

Narra la storia di Ale che dopo la morte del suo migliore amico in seguito ad un incidente perderà la voglia di vivere e da che era un ragazzo studioso e “bravo” si avvicinerà a dei ragazzi teppisti e farà cose stupide, fino al giorno in cui si ricorderà se stesso da bambino e che non era così che voleva diventare. Segno che bisogna sempre dare tanto ai bambini prima o poi da adulti se lo ricorderanno. Vi é capitato di ripensare a come siete stati cresciuti? Da quando sono diventata mamma ci penso spessissimo e penso a quello che non voglio rifare ma anche a quello che i miei genitori hanno fatto di buono e che vorrei trasmettere ai miei figli.

E’ uscita della nuova collana LA SCUOLA CHE NON C ’E’.

Alcuni tra i migliori insegnanti scrittori che con la scuola hanno un rapporto molto stretto, da dentro, ce la raccontano ciascuno a modo suo,

con un proprio racconto inedito, di genere e ambientazione diversi.

 

In occasione dei 25 anni di Sonda, storie per tutti i lettori che sono stati studenti, e per quelli che ancora lo sono.

I primi titoli della serie:

 

LA SCUOLA E’ FINITA di Yves Grevet

UN BUCO NEL CIELO di Cristina Petit (maestra piccola)

Per questo libro i miei ragazzi sono ancora piccoli, non lo capirebbero, ma tra qualche hanno glielo farò leggere, perché la scuola viene data per scontato é vista spesso come una scocciatura da genitori e alunni, invece é un privilegio perché nel 2012 ci sono ancora bambini che non ci possono andare.

 

2 commenti su “La scuola che non c’è”

Lascia un commento

otto − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.