A Seridò con i bambini

Come già anticipatovi ieri mattina, siamo andati a Seridò con l’asilo, e voglio raccontarvi la nostra giornata e le riflessioni finali che potrebbero esservi utili per le vostre esperienze future, sono arrivata a casa distrutta, ma è stato molto bello. Chiedo in anticipo scusa per la mancanza di foto, ma ho dimenticato la mia macchinetta fotografica :((.

La giornata non è iniziata proprio nel migliore dei modi, il conducente ha sbagliato strada per ben due volte, e questi errori ci sono costati ben 3 ore sopra al pullman e un’ora e mezzo di ritardo, con conseguente agitazione da parte dei bambini che costretti a stare in pullman non stavano fermi nemmeno un attimo, o almeno lo sono stati per le prime due ore.

Arrivati alle 11.30 a Seridò, ormai tardissimo, non c’era quasi più possibilità, visto che alle 17 dovevamo essere in pullman, di prenotare per i vari laboratori, e io desideravo scrivere i miei bimbi ai laboratori di piccolini barilla e quelli della cameo :(.

La cosa ancora peggiore che le migliori attrazioni non erano per il piccolo Biagio che ad un certo punto non riuscivamo più a tenere, si gettava a terra perché voleva a tutti i costi salire sui gonfiabili e mio marito non aiutava di certo (e poi ho scoperti che tutti i mariti in queste situazioni sono uguali), sbuffava ad ogni attrazione perché vedeva le file interminabili. Alla fine ho optato per dividerci i bambini, io con Biagio che era quello più impegnativo e lui con Michelle, così poteva anche stare seduto da una parte :/.

A questo punto ho portato Biagio, anzi mi sono fatta guidare da lui, dove voleva andare, stando alla larga da giochi impossibili, poi un lampo di genio e siamo finiti nei mini gonfiabili, nei giochi con rotelle, le sue preferite, e nelle sabbiere si è divertito un mondo e anche se alla fine ci siamo persi i pony e altri giochi carinissimi quello che conta è il suo sorriso e la sua gioia. Poi il tempo non era dei migliori quindi nemmeno giochi ad acqua.

Dopo aver mangiato, i bimbi hanno insistito per fare il giro con il trenino e sebbene ci fosse 45 minuti di fila (con mio marito che sbuffava tutto il tempo e i due piccoli che per i primi 30 minuti sono stati in braccio a me) alla fine abbiamo fatto questo giretto con i cuccioli che ridevano a crepapelle (nulla di cosi eclatante ma loro vedono la bellezza nelle piccole cose).

Siamo ritornati alle sabbiere, questa volta con Biagio e Michelle che si sono letteralmente riempiti e sporcati, 😀 Biagio aveva di tutto nel pannolino e meno male che avevo pensato di portare un cambio di tutto compreso l’intimo.

Riflessioni e memorandum: la prossima volta ricordarsi di organizzare in anticipo la giornata, valutare i giochi che ci sono e fare un piano iniziando a prenotare i laboratori così da evitare scenate, nervosismo, e sballottamenti inutili, magari evitare il pullman e andare in auto e NON PORTARE il frighetto per i picnic e se come me avete un marito delicato, e non vuole i panini senza il frigo perché senno la roba non è buona o rischia di andare a male, fermatevi a mangiare nei punti di ristoro all’interno dello stabile, vi eviterete tanto lavoro, e sarete più rilassati

Vi espongo brevemente le varie attrazioni:

 

  • I laboratori creativi: stencil, taglia e incolla, timbri, tempere e cavalletti, pongo, maschere, sale colorato, gessi lavagnette, tutti i colori, la creta, pastelli a cera, acquerelli, mosaico…
  • I Giochi all’esterno: i gonfiabili giganti, le barchette a pedali, l’area equitazione.
  • Lo spazio libri con “Libera un libro” e l’angolo lettura con i migliori libri per bambini.
  • 3 teatri con 400 posti a sedere: per vedere in tutta comodità spettacoli teatrali, burattini, clown, animazioni.
  • La stazione con Nello il capostazione e 2 trenini sempre in giro per Seridò.
  • I maxi gonfiabili: il pesce rosso, il galeone, la montagna d’aria, la foresta incantata, il percorso ostacoli e lo scivolone.
  • I mini, gonfiabili per i piccoli: il dinosauro verde, il castello del re, il playsground, il serpentone e la casetta mille colori.
  • Le aree sportive: dove giocare a calcio e basket o provare per la prima volta il il nordic walking, l’atletica leggera, il golf, il tiro con l’arco.
  • …e ancora: monopattini, biciclette, automobiline, sabbionaia.

E molto molto altro ancora, il prossimo anno andate e seguite i consiglio di cui sopra, parola di mamma.

 

 

2 commenti su “A Seridò con i bambini”

  1. ma come si deve fare con questi mariti? Come sai ho prenotato per l’Eurodisney a settembre, e già tremo! Apposta ho preso inizio settimana sperando che non ci siano grandi file ma io lo sò che superdaddy si farà venire le crisi anche per 10 minuti … quasi quasi non me lo porto 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

tre × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.