Quaderno d’esercizi per rimanere zen in un mondo agitato

Questo libro degli esercizi insegna la Meditazione ma in modo semplice e chiaro, per principianti. Perché non ci può essere una vita zen senza meditazione.

Molti sono esercizi di respirazione, io li faccio durante l’ora di pilates ed ora capisco perché nonostante lo sforzo fisico, quando finisco mi sento molto meglio e soprattutto rilassata.

Il libro insiste molto sulla consapevolezza sul tempo presente e il lasciar scorrere le cose.

C’è anche un test io sono risultata un apprendista zen … non sò io quando mi arrabbio mi sento proprio tanto occidentale!

Troverete anche piccole perle di saggezza come questa: “per quanto si sprema una manciata di sabbia, non ne caverà mai olio” proverbio tibetano.

Perché gli occidentali si sono innamorati dello zen? Perché essere zen significa vivere in sintonia con se stessi, mantenere la propria autenticità nella realtà quotidiana: possedere il potere quasi magico del “qui e ora” mentre il vento scuote il mondo tutt’attorno. Con questo “Quaderno” vi approprierete di tecniche millenarie per compiere la vostra trasformazione personale, raggiungere la serenità e la felicità di esistere.

24 commenti su “Quaderno d’esercizi per rimanere zen in un mondo agitato”

  1. Credo di essere una delle persone meno zen che esistano, incasinata nel passato e nel futuro, senza pace, in perenne agitazione. Chissà forse un giorno mi convincerò a provarci

    Rispondi
    • Ma io sono pochissimo zen! Però credo che aiuti soprattutto noi occidentali che viviamo in un modo così stressante e in modo così stressato!

      Rispondi
    • La cosa carina di questo é che non é “pesante” dà tanto esercizi pratici e semplici per aiutare a rilassarsi, buon week end! 🙂

      Rispondi
    • mio marito lo diceva mentre guardava il telegiornale: “gli italiani sono fatti per lamentarsi!” in effetti rispetto alla Russia che stanno a meno 20!

      Rispondi
  2. Io credo che l’occidente abbia un grosso debito nei confronti dell’oriente in quanto a spiritualità e stile di vita.
    Lo penso non solo in quanto insegnante di yoga e lettrice appassionata dei testi sacri indiani, ma lo penso come persona che a volte si trova un po’ a disagio e pesce fuor d’acqua, in tante, troppe situazioni.
    un abbraccio

    Rispondi
        • Ospitiamo sul nostro blog(che é un pò la nostra casa) il post scritto da qualcun altro nel tuo caso tu. Se davvero ti fà piacere puoi mandarcelo al nostro indirizzo di posta e noi lo pubblicheremo

          Rispondi

Lascia un commento

quattordici + 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.