Blog Family

Storie sbagliate e come lasciarsele alle spalle

In questi giorni ho letto il libro di Marianna Cimmino, che fa parte di una trilogia e questo è l’ultimo:

Storie sbagliate e come lasciarsele alle spalle.

L’autrice anche un canale Instagram mclaw1107 e un contestuale igtv, devo dire  che usa un linguaggio molto rude ma simpatico allo stesso tempo.

È sicuramente onesta ed è vero che noi donne abbiamo la tendenza a farci trattare male dagli uomini, anche le insospettabili, quelle davvero intelligenti riescono a rendersi stupide per un uomo. Nemmeno io riesco a comprendere bene il perché.

Il vostro amore va conquistato, non abbiate fretta; vi sto dicendo altresì che l’amore va vissuto, non elemosinato: dimostrarvi continuamente bisognose di conferme non legherà indissolubilmente un uomo a voi in virtù della vostra lealtà sconfinata, tutt’altro, lo farà scappare a gambe levate.

Al contrario invece, saranno proprio la vostra indipendenza, la vostra fierezza e il vostro amare per amore, non per bisogno di una relazione, a fargli perdere la testa.

Dedicatevi a voi stesse con amore perché solo quando imparerete ad amare davvero ciò che siete, avrete il metro di misura perfetto per comprendere quanto amore meritiate vi sia riservato.

La relazione è sana quando ognuno dei due dona all’altro il meglio di sé: parimenti, il meglio di sé si annulla quando vi annullate in virtù della relazione.

Ecco perché le basi per una relazione sana si pongono solo e soltanto quando si impara ad amare, stimare e valorizzare prima di tutto la propria di essenza.

Non abbiate mai paura di pretendere il massimo: è un vostro diritto e ve lo meritate.

Al contrario, annullarsi totalmente per l’altro smettendo di esistere per conto proprio è la ricetta vincente per il disastro assicurato.

È sbagliando che si impara ad essere migliori, per questo ogni sbaglio è opportunità:

Non lasciatevi travolgere dal passato ma cogliete l’opportunità che vi offre per disegnare da voi il futuro che meritate di vivere.

Storie sbagliate e come lasciarsele alle spalle, la trama:

“Come riconquisto il mio ex?”

Non devi, accidenti.

Perché? Perché ti ha tradita, ti ha mentito con impudenza inenarrabile e ti ha lasciata: una persona del genere non va riconquistata, va archiviata quanto prima.

Appurato ciò, la prima cosa che devi assolutamente sapere è che queste sono soltanto le circostanze attuali, non si tratta del tuo destino, non è questo che la vita ti riserverà da adesso in poi.

Ridimensiona il dolore: è la risultanza di un percorso che non si è configurato secondo le tue aspettative, non è un epilogo definitivo e immutabile.

Il percorso, per definizione, è una strada che ti impone un cammino e il cammino, a sua volta, è movimento: tutto muta, costantemente, e questa deve essere la tua prima certezza.

Il dolore che provi adesso circostanzialo alla situazione attuale: le cose cambieranno se lo desideri davvero, te lo assicuro, non importa quanto funeste siano le contingenze attuali.

A tal proposito, Orson Welles diceva a Joseph Cotten:

“In Italia sotto i Borgia, per trent’anni, hanno avuto luogo assassinii, guerre, terrore e massacri, ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento.

In Svizzera hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e che cos’hanno prodotto? Gli orologi a cucù.” 😂

Una storia sbagliata non è e non deve essere l’epilogo della tua vita, non permetterlo.

Sii il Rinascimento della tua ritrovata esistenza: abbi fiducia e inizia davvero a scoprire tutta la meravigliosa unicità che ti appartiene.

Questo libro ti spiegherà perché, ma soprattutto come, lasciarti quell’idiota alle spalle.

Leggilo.

 

Nota di chiusura dedicata al No Contact a cura della Dottoressa Antonella Fornaro, Psicologa e Psicoterapeuta.


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.