Blog Family

Mercato libero dell’energia che cos’è e come funziona

A partire da gennaio 2022 scomparirà il Servizio di Maggior Tutela, noto anche come servizio elettrico nazionale (dell’energia) a cui molti di noi sono stati abituati.

Tutti gli utenti del mercato tutelato saranno obbligati a scegliere un fornitore, sia per la luce che per il gas (metano), tra quelli presenti nel mercato libero.

Il mercato libero ha avuto inizio nel 1999 con la Legge Bersani, il decreto milleproroghe, nel posticipare a gennaio 2022 la chiusura del tutelato, ha anche confermato il passaggio definitivo al 2021 (gennaio 2021) per le PMI. Ovvero le piccole e medie imprese, costituite da imprese che occupano meno di 250 persone, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di euro oppure il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di euro.

Quali sono i vantaggi del passaggio al libero mercato dell’energia?

Il passaggio al mercato libero è gratuito, non prevede interruzioni del servizio né interventi tecnici al contatore luce o al contatore gas.
Le tariffe del mercato libero sono più convenienti rispetto a quelle del tutelato, è stato calcolato che in media si risparmia dal 15 al 20% rispetto alla bolletta con il mercato tutelato.

Perché queste ultime vengono rinegoziate ogni tre mesi dall’ARERA che è l’organo che fissa il prezzo di luce e gas in base all’andamento del mercato.

Mentre il mercato libero rimane fisso un anno.

Le offerte luce e gas del libero mercato, includono servizi aggiuntivi, sconti, programmi fedeltà e sono applicabili per il cliente in qualsiasi momento senza costi aggiuntivi.

Fermo restando che, indipendentemente dal tipo di mercato a cui appartenete in questo momento è fondamentale cercare di fare un risparmio energetico per risparmiare economicamente e impattare di meno a livello energetico.

Ci sono tanti modi per risparmiare il consumo di energia:

usare tutte le lampadine a LED avere tutti apparecchi elettrici di classe energetica A++ e simili, dove possibile.
Se avete la fascia bioraria della bolletta, fare lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie e simili la sera dopo le 19 o comunque entro le 8 del mattino.

Se avete lo scaldabagno elettrico e non c’è proprio nessuna possibilità, magari per vincoli dovuti alla storicità della casa, di poter mettere una caldaia a gas. Fate cambiare la resistenza ogni 6 mesi, staccate lo scaldabagno di giorno, se avete la fascia bioraria e fatelo stare acceso la notte.

Ovvero quando pagate di meno la corrente, mettendo un semplice timer.  Fatevi installare il miscelatore termostatico, sicuramente utilizzando questi accorgimenti riuscirete ad abbattere un po’ i costi dell’energia.

Usare condizionatori e frigoriferi non alla massima potenza del freddo.
Se già utilizzate tutte queste accortezze ma la bolletta energetica vi sembra ancora un costo troppo alto, Enel ha un’offerta con il 30% di sconto sull’energia.
Valida fino al 12/10/2020

Se vuoi parlarne vienimi a trovare al punto Enel di viale Nizza 12, a Sorrento la mattina dalle 9 alle 13, dal lunedì al venerdì.
Porta con te l’ultima bolletta e un documento valido.
Faremo insieme un prospetto dei tuoi consumi e troveremo il modo di abbattere i costi in bolletta.

Un abbraccio Angela.


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.