La ballata delle prugne secche

Questo libro di Pulsatilla mi ha fatto morire dal ridere, l’ho letto la sera prima di andare a letto e mio marito mi guardava scuotendo il capo, ridere da sola mentre leggevo. Sembra un libro autobiografico ma non sò se davvero è così. Molto ironico sulla vita delle donne e soprattutto di quelle del sud (come me ;-).

“Pulsatilla è la vera benedizione del nostro tempo: sta alla condizione della ragazza d’oggi come la Nutella alla merenda, come Bertinotti al cachemire, come “Babbo” a “Natale”. Entrate nel suo fantastico mondo e spiatela tra le braccia di papà e mamma (che si aspettavano un maschietto, e tiè, guarda cosa ti viene fuori), nei primi giochi d’amore, nelle emozioni e negli inciampi, nelle illusioni dell’anima e nelle ossessioni del corpo. Lasciatevi trascinare dalla sua strepitosa ironia e ridete con lei di tutti i miti della meglio gioventù: dalla consultazione dei I-Ching alle “diete da fame”, dal rimorchio su Internet alla fenomenologia del viril sesso. L’idea dell’opera nasce da una semplice indagine: non si è mai sentito un uomo che vorrebbe rinascere donna, non si è mai sentita una donna che vorrebbe rinascere donna. Tirate voi le somme.”

Non è un libro nuovo, ma ve lo consiglio caldamente.

10 commenti su “La ballata delle prugne secche”

  1. Io sto leggendo il secondo libro della stessa autrice, la tua critica è calzante anche per questo, ironico e pungente, che vi consiglio caldamente di leggere, il titolo è “Giulietta Squeenz”.

    Rispondi
  2. Sembra molto carino e divertente….ti ringrazio per averlo segnalato, Angela 🙂
    Dopotutto sono una donna del Sud anche io, no? Mi ci dovrei rispecchiare un pò come te, allora!

    Rispondi

Lascia un commento

uno × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.