Blog Family

Cosa vedere in un week end a Torino

Sabato ho il freelanceday a Torino, siccome non ci sono mai stata sono arrivata un giorno prima e andrò via lunedì sera, quindi vediamo:

Cosa vedere in un week end a Torino

Le gallerie di Torino sono tre: la Galleria Subalpina, la Galleria Umberto I e la Galleria San Federico.

Sicuramente da visitare: in ambito religioso il Duomo dove è conservata la Sacra Sindone, la Basilica di Superga.

Piazza Castello con il  Palazzo RealePalazzo MadamaPalazzo Carignano, i più importanti edifici storici della città.

Quando siete lì andate anche vedere la piccola chiesa di San Lorenzo, bellissima!

L’entrata ai giardini reali è gratuita quindi non perdetevela.

Torino è stata per secoli il cuore del Regno dei Savoia e teatro dell’Unità nazionale. Quindi non potete perdervi le imponenti dimore in cui hanno soggiornato re e nobili dell’epoca.

Piazza San Carlo, nelle cui vicinanze si erge l’alta guglia della Mole Antonelliana, del XIX secolo, che ospita le esposizioni interattive del Museo Nazionale del Cinema. Aperto tutti i giorni tranne il martedì. Se volete saltare la fila, vi conviene prenotare online.

Ci sono due opzioni: Si può prendere il biglietto per il museo del cinema più l’ascensore panoramico per €15 oppure solo l’ascensore per €8.

Si dice che Torino da la capitale dell’automobile sogna di diventare capitale del cinema.

Andare assolutamente al mercato di Porta Palazzo aperto tutte le mattine, il sabato tutta la giornata, la domenica è chiuso.

Il museo egizio con una collezione di oltre 5000 reperti, seconda solo a quella del Cairo.

Castello del Valentino in stile francese con parco annesso. Il suo Borgo Medievale una riproduzione fedele sul fiume con: case, botteghe e giardini.

All’interno del parco si può vedere anche la Fontana dei 12 mesi è stata appena finita di restaurare, dopo 5 anni di lavoro intenso.

A Torino si mangia tantissimo il formaggio e i salumi, il Castelmagno, i Tomini e poi la bagna càuda, il vitello tonnato, le zucchine al verde. La pasta fresca come agnolotti e plin con zucca o carne.

Buona la farinata di ceci così come la focaccia anche se credo che queste siano tipiche genovesi, se ne trovano tanti piccoli negozietti che lo preparano in stile Street Food o tagliati a pezzettini per accompagnare con l’aperitivo.

Si beve il bicerin un caffè misto a panna e cioccolato che può essere caldo o freddo in base alla stagione, personalmente l’ho preferito fatto caldo.

Come dolce la torta di mele, il bonet fatto con cioccolato gianduia e amaretti, il torrone e il famoso cioccolatino a forma di Lingotto, il gianduiotto.

Il centro storico è pulito, curato tutte le case antiche sono basse e ben tenute non conta nemmeno troppi abitanti, ci sono diverse chiese e molte piazze.

D’altronde è stata comunque una delle capitali d’Italia e si vede.
Tantissimi archi che ricordano un po’ la città di Bologna.
La Juventus è molto sentita e da buona napoletana me ne sono subito resa conto.
Colazione tutte le mattine alla Caffetteria Gilda, ho mangiato i dolci buonissimi alla pasticceria Avidano.

All’Osteria la Cantina e dai Fratelli Bruzzone ad esempio buon cibo tradizionale per pochi euro.
I bar e i negozi chiudono presto, verso le 19:00 già iniziavano a tirare giù le serrande.


Salire assolutamente al Monte dei Cappuccini per vedere tutta Torino dall’alto.

Se andate a Torino con i bambini, vi consiglio di visitare il museo del perché i bambini sono pieni di domande e a loro piace che qualcuno provi a dargli delle risposte. Mi ricordo che io da piccola se non me le davano gli adulti me le davo da sola, dicono che sia un sintomo di intelligenza e mi fa piacere crederlo.

Se arrivate a Torino con l’aereo. Non c’è bisogno che vi anticipate troppo perché l’aeroporto è molto piccolo.

Se venite a Torino fatemi sapere che cosa visiterete e se vi è piaciuta, com’è piaciuta a me.


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.