Cosa farebbe Frida Kahlo?


Cosa farebbe Frida Kahlo? Consigli per tutti i giorni da cinquanta donne straordinarie – Un’originale guida illustrata, tutta al femminile, che raccoglie gli insegnamenti tratti dalle vite delle più illustri donne del passato.

Coco Chanel
Madre Teresa di Calcutta
Maria Montessori
Alcune di queste donne straordinarie li conoscevo altre mi era del tutto ignoto è sicuramente ce ne sono ancora di più che sono stata dimenticata della storia.
Indipendentemente dall’ambito prescelta la cosa importante è dare il meglio di se.

Per acquistare il libro e leggerlo insieme a me clicca sull’immagine sottostante:

Cosa farebbe Frida Kahlo? La trama:

Non ti va di avere figli? Non vedi l’ora di tradirlo? Il capo non ti lascia parlare? Vuoi tenerti i capelli bianchi e ti vuoi vestire da uomo? Essere donna e averne piene le scatole degli stereotipi è pesante, nella vita privata come in quella professionale. È evidente che il femminismo non ha completato la sua missione: se nel mondo di oggi c’è ancora da sudare, figuriamoci in quello di ieri. Allora chi meglio delle eroiche, spregiudicate e corsare figure femminili del passato può indicare la via giusta da seguire? Cleopatra insegna a tenere a bada i parenti serpenti, Frida Kahlo a sfoggiare con orgoglio il proprio stile (anche se non piace a tutti), Dorothy Parker a tenere testa ai maschi stronzi, Caterina la Grande a gestire i pettegolezzi, Agatha Christie a guarire dalle ferite d’amore, Hedy Lamarr da quelle della disistima altrui, Ada Lovelace a giocare d’azzardo. Non mancano le italiane, da Artemisia Gentileschi a Elsa Morante, fino a Maria Montessori, e la lista continua. Dall’antichità all’Eta dell’oro, dal vecchio West alla Parigi del dopoguerra, questa ricca carrellata di storie esemplari, tratte dalle biografie delle donne più illustri, compone una brillante miniera di consigli per affrontare le sfide di tutti i giorni con ironia, determinazione e, perché no, una buona dose di sfrontatezza.

4 commenti su “Cosa farebbe Frida Kahlo?”

  1. Dobbiamo imparare tanto dalle donne di altri tempi, anche se la strada è lunga e in salita! Bello quest’idea, dovrebbe essere la versione adulta del libro “Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie” anche quello molto carino, forse un po’ riduttivo perché dedica solo una pagina per ogni personaggio, non so se questo sia meglio sviluppato 🙂 Ciao!!

    Rispondi
  2. Sì è la stessa cosa che ho pensato anche io è adatto dall’adolescenza in poi. Vale sempre la pena dare uno sguardo al passato e vedere cosa ha fatto chi è venuto prima di noi.

    Rispondi

Lascia un commento

20 + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.