Come congelare #2 frutta e verdura

Nel post precedente abbiamo iniziato il discorso sull’arte del congelamento, oggi continuiamo il discorso valutando i vari prodotti e il metodo migliore da poter utilizzare.

Volevo soffermarmi in maniera dettagliata sulle verdure, vi ricordate questo post riguardo agli alimenti locali e di stagione?

Se facciamo una considerazione semplice ci accorgiamo che nei banchi dei supermercati troviamo spesso quasi tutti i tipi di verdure, che magari hanno fatto chissà quanti km, senza dimenticare anche il fatto che magari li paghiamo ad una cifra molto alta.

Allora perché non utilizzare gli strumenti che quasi tutti noi abbiamo a casa?

Ovviamente parlo del congelatore, certo è vero che non tutti hanno molto spazio a disposizione e non possono permettersi di congelare in gran quantità, ma se ne avete la possibilità dedicate un pò di tempo a questa pratica, perché ne gioverete in termini economici, di tempo, e di qualità del prodotto utilizzato.

Ora a prescindere che quasi tutti gli alimenti possono essere congelati, ci sono diverse variabili da tenere in considerazione.

VERDURA

Scottatura

Curate le verdure affettatele o tagliatele in base al tipo di verdura. Scaldare una pentola, possibilmente corredata da un cestello, colma d’acqua, almeno 5 litri fate bollire e poi scottate appena le verdure (per 2-4 minuti, a seconda delle dimensioni dei pezzi di verdura). Sgocciolare in un colapasta, raffreddare sotto l’acqua fredda e scolare su carta da cucina o un panno pulito e asciutto. Lasciar raffreddare il sacchetto, chiudere ed etichettare. Questo aiuta a preservare il colore, la consistenza e il valore nutrizionale delle verdure.

n.b: Cavolfiore, cavoli e melanzane possono scolorire quando vengono congelati. Per evitare questo, mettete 1 cucchiaino di aceto o succo di limone (che io preferisco) nella pentola di acqua quando procedete con la scottatura.

eccovi una lista di verdure che potete congelare con questo metodo compresi tempi di scottatura e scadenza:

  1. asparagi, dopo aver pulito bene e raschiato la parte esterna; scottare per 3/4 minuti; da consumarsi entro i 12 mesi
  2. cavolfiore, ridurre a cimette; scottare per 3/4 minuti; consumare entro 12 mesi
  3. cavoletti di bruxelles scottare per 4 minuti; entro i 6 mesi
  4. carote, tagliare a cubetti, rondelle o listarelle; scottatura 3 minuti; consumare entro 12 mesi
  5. broccoli, come per i cavolfiori diminuendo il tempo di scottatura a 2 minuti
  6. bietola, spinaci solo le foglie; scottare per 1 minuto; da consumare entro 12 mesi
  7. fagioli sgranati; mettere direttamente in congelatore nei sacchetti freezer
  8. fagiolini, scottare per 2 minuti; da consumare entro 12 mesi
  9. peperoni, tagliare a falde o pezzetti dopo aver tolto la parte bianca e i semi direttamente in freezer senza scottare; entro 12 mesi
  10. melanzane, potete scottarli nella forma che più desiderate per 3 minuti; entro 12 mesi
  11. zucchine, affettati o a cubetti, scottare per 2 minuti; entro 12 mesi
  12. patate, a cubetti scottare per 1 minuto; entro 12 mesi
  13. zucca a cubetti, scottare per 1 minuto; entro 12 mesi
  14. piselli sgranati, scottare per 2 minuti; entro 12 mesi
  15. funghi interi affettato o tagliati (eliminate la parte terrosa), non serve scottare; entro 3 mesi
  16. carciofi, eliminare la foglie esterne e due e tagliare le estremità; interi, a spicchi o a metà, scottare per 5/6 minuti; entro 12 mesi
  17. sedano, affettati o a cubetti, scottarli per 2 minuti; entro 12 mesi
  18. pomodori, scottarli per 1 minuto pelarli e tagliare a pezzetti; entro 12 mesi
  19. rape scottare per 3 minuti

Da congelare a crudo

  • per quanto riguarda cetrioli e insalate, che di solito vengono consumate a crudo, si sconsiglia di congelare poiché contengono un’alta percentuale di acqua
  • le verdure di piccole dimensioni (piselli, fagioli), o tagliate a pezzetti, si possono congelare prima sui vassoi di cartone perché rimangono separate, e si raccolgono poi in sacchetti
  • lo stesso vale per i pomodori San Marzano che poi sbollenterete e spellerete usandoli come pelati
  • le zucchine devono essere ben lavati, asciugati e tagliati a fettine di circa 2 cm di spessore

N.B. tutte le verdure che si consumeranno cotte possono essere congelate anche dopo la cottura completa

PESTO ALLA GENOVESE:  io l’ho sempre congelato dopo averlo preparato, e da un anno a questa parte l’ho congelo nei contenitori del ghiaccio e poi conservo 6 cubetti dentro i sacchetti per freezer, io faccio un cubetto a testa, poi lo faccio scongelare una notte nel frigo oppure se vi siete presi all’ultimo minuto in microonde oppure lasciandolo all’interno dei sacchetti lo mettete sotto l’acqua tiepida.

FRUTTI DI BOSCO ED ERBE AROMATICHE

Ecco un buon metodo per congelare i frutti di bosco, ma una volta che li scongelate, saranno un pò spappolati rispetto ai frutti freschi, quindi è meglio utilizzarli in torte, dolci, ecc.

Lavare e asciugare la frutta con carta da cucina o con un canovaccio pulito, privateli dei gambi. Mettete la frutta stesa in un vassoio e congelare per un 2-3 ore fino a farli solidificare. Trasferire in un sacchetto freezer, chiudere ed etichettare. È anche possibile congelare erbe aromatiche come menta, basilico e prezzemolo, direttamente interi privati del gambo duro in un sacchettino e appena sono congelati li schiacciate con le mani, così facendo si spezzeranno da se e poi se volete li potete trasferire in vasetti di plastica o vetro, saranno sempre pronti per essere utilizzati al momento.

FRUTTA
Si può cospargerla con dello zucchero (3 etti per ogni chilo di frutta), sia che la si conservi intera che a pezzi.
Nel caso che sia stata sbucciata e tagliata va immersa prima nel limone per evitare che annerisca.
Congelare in contenitori rigidi tipo vetro o alluminio.
Durata massima 8 mesi.

Se voi avete congelato con successo prodotti che non sono contenuti in questo post, relativo a frutta e verdura ci farebbe piacere che ci raccontate come avete fatto, così che possiamo inserirlo nell’utilissimo pdf che provvederemo a pubblicare.

 

come congelare frutta e verdura

3 commenti su “Come congelare #2 frutta e verdura”

  1. questo me lo stampo e lo attacco in cucina GRAZIE!
    maun dubbio che spesso mi attanaglia, se scongelo verdura congelata devo mangiarla solo il giorno in cui l’ho scongelata e posso mangiarla anche il giorno dopo?

    Rispondi
      • biancume io credo (perchè l’ho fatto e non sono mai morta :D) che non ci siano problemi, l’importante è essere certi della provenienza, della freschezza ed avere un buon frigo che rinfresca sotto i 4 gradi….sopratutto è da fare attenzione in questo periodo di caldo 🙂

        Rispondi

Lascia un commento

3 × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.