Cambio del pannolino: consigli pratici

Quando si è un genitore alle prime armi un’azione apparentemente banale come il cambio del pannolino può diventare fonte di preoccupazioni spesso immotivate. Qual è il modo migliore per cambiarlo? Corro il rischio di provocare dei danni o fare del male al bambino? Ogni quanto tempo dovrei cambiarlo?

Tutte domande più che lecite che assillano i neogenitori i quali cercano di trovare risposte per lo più affidandosi ai sempre affidabili consigli di nonne e/o mamme o chiedendo agli amici o più semplicemente cercando un apposito tutorial online.

Sebbene non esista un unico modo accettato per il cambio del pannolino, è innegabile che seguendo alcuni pratici consigli è possibile portare a termine l’operazione nella più completa facilità.

Consigli pratici per il cambio del pannolino

Il consiglio primario dal quale partire è sicuramente quello riguardante l’importanza dell’igiene tanto del bambino quanto del genitore. Prima di cambiare un pannolino, infatti, è buona abitudine lavarsi accuratamente le mani per evitare qualsiasi rischio di infiltrazione batterica in un soggetto particolarmente esposto e delicato. Proseguendo è quanto mai opportuno fare attenzione a ogni piccolo dettaglio riguardante la sicurezza del neonato.

Solitamente per il cambio del pannolino è consigliabile adagiare il neonato su un apposito fasciatoio sul quale mai e poi mai dovrebbe essere lasciato solo, nemmeno per pochi secondi. Soprattutto se sono le prime volte che l’infante si sottopone a questo procedimento, tenderà inevitabilmente ad agitarsi e muoversi e questo potrebbe essere un rischio per la sua sicurezza.

Il particolare appena trattato ci apre la strada al terzo e preziosissimo consiglio, quello della tranquillità. Far agitare il bambino o innervosirlo durante le procedure di cambio è il metodo più semplice e veloce per procurarsi delle esperienze poco piacevoli nei cambi successivi.

Utilizzare un carillon o una musica familiare contribuirà a creare un’atmosfera di serenità generale, anche ricorrere a un peluche e/o al giocattolo preferito farà sì che il cambio del pannolino avvenga nel modo più rapido e soddisfacente possibile.

Ulteriore aspetto quanto mai fondamentale è quello della pulizia. E’ importante scegliere prodotti per neonati di buona qualità perchè la pulizia dovrebbe regnare sovrana sin nelle fasi preliminari del cambio, quelle in cui il neonato viene deposto sul fasciatoio e l’impiego di teli per il cambio del pannolino può risultare assai utile.

I teli cambio pannolino sono essenzialmente telini assorbenti usa e getta composti da più strati multiuso utilissimi per evitare che la superficie su cui è posto il neonato si bagni o venga sporcata durante la procedura.

Di telini simili ce ne sono di ogni forma, varietà e colore si voglia e considerando che si tratta di un alleato immancabile per il neogenitore, è certamente indicato farne una buona scorta. Il consiglio finale lo riserviamo all’importanza basilare dell’organizzazione. Cambiare il pannolino di un neonato e al contempo destreggiarsi tra i mille prodotti necessari per completare con successo l’intera operazione non è sicuramente indicato.

Nel momento stesso in cui l’infante viene deposto sul fasciatoio dovrebbero essere presente a portata di mano tutto l’occorrente. Ciuccio, creme e/o balsami lenitivi, salviette umidificanti, guanti detergenti, nuovo pannolino e molto altro ancora, tutto deve essere già pronto per evitare il dilungarsi delle operazioni e il conseguente nervosismo del neonato.

Lascia un commento

17 + tredici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.