Blog Family

Cosa vedere ad Amsterdam

Cosa vedere ad Amsterdam

Ho parlato tante volte dell’Olanda perché mia mamma é olandese e vive lì insieme a mia sorella. Quindi ogni anno vado a trovarle, ma mi sono resa conto di non aver parlato mai in generale di Amsterdam.

Amsterdam è la capitale e la maggiore città dei Paesi Bassi, nella provincia dell’Olanda Settentrionale, Amsterdam Noord è separata dal resto della città dalla via d’acqua, il Canale del Mare del Nord.

Ci sono andata per la prima volta quest’anno viene anche chiamata the eye e i passaggio con i traghetti che partono di continuo é gratuito. Abbiamo preso una nave in cui facevano le crepes, ne potevi mangiare quante ne volevi, ripiene dolci o salate e fare il giro del canale.

Una cosa che vi consiglio assolutamente di fare è proprio un giro in barca per i canali é davvero molto caratteristico.

Amsterdam possiede uno dei maggiori centri rinascimentali di tutta l’Europa. Numerose costruzioni che risalgono al periodo tra il XVI e XVII secolo, conosciuto anche come Età dell’Oro, sono ora considerate monumenti storici e sono collocate intorno ad una serie di canali semicircolari.

Questi cingono il vecchio porto che un tempo era affacciato sullo Zuiderzee, oggi separato dal resto del mare aperto e noto col nome di IJsselmeer o lago IJssel. La città è famosa per ospitare il Rijksmuseum (museo statale), il museo Van Gogh, il Concertgebouw, il Rembrandt House Museum, la casa di Anna Frank, se non l’avete già letto non perdetevi il libro. Il monumento alla memoria degli omosessuali uccisi nei campi di sterminio nazisti ed un enorme numero di biciclette.

Amsterdam è anche famosa per il suo quartiere a luci rosse, De Wallen, ed i suoi numerosi coffee shops autorizzati alla vendita della cannabis e di derivati della marijuana. La prostituzione è legale nei Paesi Bassi: chi la esercita è considerato un libero professionista ed è tassato come qualsiasi altro imprenditore. La cannabis invece non è legale, bensì tollerata; ciò significa che vendita di una quantità inferiore ai cinque grammi per cliente ed il possesso di quantità fino a trenta grammi non sono perseguite dalla legge. Anche se ultimamente é passata la legge per cui solo gli olandesi potranno acquistarla.

Amsterdam nacque nel XIII secolo da un villaggio di pescatori situato vicino ad una diga (dam) sul fiume Amstel (da cui il nome originario Amstelredam). I Paesi Bassi furono uniti alla corona spagnola fino al XVI secolo, quando terminò la guerra d’indipendenza.

Il XVII secolo fu l’età d’oro di Amsterdam. Le navi olandesi salpavano per il nord America, l’Indonesia, il Brasile e l’Africa, creando un impero coloniale. Rembrandt visse in questo secolo. La città si espanse attorno ai canali. Amsterdam divenne il porto più importante del mondo e un centro di finanza internazionale.

Il XVIII e il XIX secolo videro un declino nella prosperità di Amsterdam. Le guerre contro la Gran Bretagna e la Francia misero a dura prova la città e il commercio si spostò verso Londra.

Fonte wikipedia

Cosa visitare ad Amsterdam?

Piazza Dam, la storica piazza costruita sulla prima diga (Dam) dell’Amstel, centro per antonomasia della città dove sorgono anche i principali monumenti.

Palazzo Reale, grande edificio barocco eretto a partire dal 1648 da Jacob van Campen come Municipio della città, poi trasformato in residenza reale.

La casa di Anne Frank, i parchi dove dare a mangiare alle anatre (quando sono lì, cammino con il sacchetto di pane incorporato!), Il museo delle cere, i mercatini e la fabbrica della birra, che ci credete? Non ho ancora visitato!

I musei sono imperdibili per gli amanti dell’arte.


3 commenti

  • mammachegiochi il 12/8/2012 scrive:

    Ma che bello!Una città che fa sognare …



    • Super Mamma il 13/8/2012 scrive:

      dai! qualche volta vienici con me 😀



Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.