Blog Family

Perché è importante massaggiare il bambino

come-fare-il-bagnetto

Perché è importante massaggiare il bambino

Come sapete sono diventata zia da pochi giorni, quando sono andata a Milano per l’evento organizzato da johnson ho seguito con interessa la ricerca che hanno svolto. First ha nove anni e non tutte le mie conoscenze riguardo ai bimbi piccoli sono perfettamente aggiornate. Mia sorella invece mi tiene come un punto di riferimento per qualsiasi cosa riguarda il suo bambino, diciamo che mi sento un po’ sotto pressione! All’evento SMM ci hanno spiegato che è importante per un corretto sviluppo del bambino, avere un approccio multisensoriale verso di lui. E cosa a cui non avevo mai pensato, non solo io ma la maggior parte degli intervistati, è che il bagnetto e il massaggio infantile possono concorrere a questo corretto sviluppo. All’evento che si è svolto al Dream Factory c’erano una dottoressa specializzata in neonati e una puericultrice specializzata in massaggi. La dottoressa ci ha spiegato che il bagnetto non è solo pulizia, ma è anche un bel rituale per il bambino che adora il contatto con l’acqua, quando è più grande può giocare con le bolle. Mi sono ricordata che First aveva uno di quei libretti di gomma che si mettono nell’acqua che letteralmente adorava ☺, l’ha usato talmente tanto che alla fine non si vedevano più le figure ma lui senza quello non andava a fare il bagnetto. Da piccola invece io mi ricordo che mia mamma mi dava la classica paperetta che mi divertivo a far nuotare nel bagnetto. Se avete la fortuna di possedere una vasca, sarebbe bello avere un contatto con il vostro bambino tramite un bel bagno pelle a pelle, sono certa che ne beneficereste entrambi. Dopo aver fatto il bagnetto è importante asciugare bene il bambino e fargli un bel massaggio con l’olio Johnson.
Attente ai bracciali e ciondoli che indossate, riscaldate le mani, mettete un po’ d’olio e iniziate il massaggio, non prima di aver chiesto il permesso al vostro bambino. Quando ho seguito il corso c’insegnarono a partire dalle estremità verso il cuore, per favorire la circolazione. La puericultrice invece ha detto che si può fare in entrambi i versi, l’importante è che vi accertiate che al vostro bambino piaccia, altrimenti lasciate stare per questa volta e riprovateci più avanti. Se invece gli piace dopo aver massaggiato braccia e gambe, proseguite con tronco e addome, infine giratelo e continuate sulla schiena, mi raccomando sempre molto delicatamente, magari mettendo una musica rilassante oppure parlando dolcemente al vostro bambino. Articolo Sponsorizzato


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.