Blog Family

Villaggio Save the Children ad Expo

Expo 2015 - Inaugurazione villaggio Save the Children (5 Maggio). Sono intervenuti all'evento tra gli altri: il Ministro Martina, il Sindaco di Milano Pisapia, il direttore Expo Giuseppe Sala, il Presidente Save the Italia Claudio Tesauro, il Direttore generale Valerio Neri. Performance del maestro Allevi e dell'attrice Anna Foglietta.

Expo 2015 – Inaugurazione villaggio Save the Children (5 Maggio). Sono intervenuti all’evento tra gli altri: il Ministro Martina, il Sindaco di Milano Pisapia, il direttore Expo Giuseppe Sala, il Presidente Save the Italia Claudio Tesauro, il Direttore generale Valerio Neri. Performance del maestro Allevi e dell’attrice Anna Foglietta.

Villaggio Save the Children ad Expo

Domenica parto per l’EXPO con tutta la famiglia, ho scaricato sul cellulare l’App dell’evento per essere aggiornata su tutte le novità a cui andrò incontro, non voglio perdermi proprio nulla di questa magnifica esposizione universale.
Uno dei luoghi che voglio visitare con i miei bambini è  Save the Children  a Expo, aperto ogni giorno dalle 10 alle 18,30 (oltre ad alcune speciali aperture serali) a famiglie, bambini, scolaresche e persone di ogni età. Attraverso  istallazioni ed esperienze sensoriali e interattive i visitatori potranno identificarsi con la vita di un bambino nato e vissuto in  contesti di povertà o emergenza. Provare a cambiarla da qui “Be the Change”. Diventando un bambino nato in Mozambico, Etiopia, Siria, Liberia, India o Nepal, i visitatori possono conoscere le condizioni di vita in quei luoghi e affrontare le stesse difficoltà che quei bambini vivono quotidianamente.
Ho provato a farlo già dal sito attraverso il tour virtuale ed è davvero impressionante, pensare come potrebbe essere diversa la nostra vita se non fossimo nati in Italia (e in genere ci lamentiamo!) immagino già l’impatto che tutto ciò avrà sui miei bambini, che sicuramente s’identificheranno ancora di più di me avendo l’età dei piccoli protagonisti.
Navigando sul sito sono approdata all’iniziativa e campagna globale “Every One” lanciata nel 2009 in Italia e nel mondo per contribuire a ridurre la mortalità infantile, la cui concausa principale è la malnutrizione fra i bambini 0-5 anni.
Più di 6 milioni di bambini muoiono ogni anno per malattie curabili e prevenibili come una diarrea o una polmonite. Oltre 3 milioni di tali morti infantili sono correlate alla malnutrizione, problema che riguarda oltre 200 milioni di bambini al mondo. I bambini più poveri delle città di Africa, Asia e America, sono almeno 2 volte più a rischio di morire entro i 5 anni, per cause banali e prevenibili, rispetto ai bambini più benestanti che vivono nelle aree urbane.
Non è accettabile che la sopravvivenza e il benessere di un bambino dipenda da dove nasce. E pensare che la nostra massima preoccupazione in genere è decidere cosa mangiare, come vestire i nostri bambini, al massimo quale attività sportiva fargli fare d’inverno per farli muovere un po’. E ci sono ancor mamme che invece devono preoccuparsi di non sapere se riusciranno a mettere qualsiasi cosa sulla tavola per il loro bambino…
Per fortuna ci pensa Save the Children infatti il presidente si esprime così: “Per far sentire più forte la nostra voce e il nostro appello, chiederemo a tutti i visitatori del Villaggio di firmare un braccialetto, che riproduce quello utilizzato per le nascite, per chiedere ai leader mondiali di porre fine a tutte le morti infantili prevenibili entro il 2030 e ci faremo portavoce di questo messaggio consegnando i braccialetti al segretario delle Nazioni Unite Ban Ki-moon a settembre nel corso di un evento che Save the Children sta organizzando a livello internazionale”. Tutti possono aderire all’iniziativa firmando virtualmente il proprio braccialetto attraverso il sito internet dell’Organizzazione www.savethechildren.it/expo quindi anche se non verrete a vedere l’expo potete farlo direttamente da casa, ci vuole un attimo, il tempo di scrivere il vostro nome e potrete aiutare una mamma e una bambino che hanno bisogno d’aiuto, ovviamente l’ho già fatto!
Le Nazioni Unite quest’anno stabiliranno i cosiddetti “nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile” che impegneranno gli Stati e tutti noi a costruire, entro il 2030, un mondo in cui povertà, disuguaglianze siano state annullate. Voglio essere positiva e crederci.

Expo 2015 - Inaugurazione villaggio Save the Children (5 Maggio). Sono intervenuti all'evento tra gli altri: il Ministro Martina, il Sindaco di Milano Pisapia, il direttore Expo Giuseppe Sala, il Presidente Save the Italia Claudio Tesauro, il Direttore generale Valerio Neri. Performance del maestro Allevi e dell'attrice Anna Foglietta.

Expo 2015 – Inaugurazione villaggio Save the Children (5 Maggio). Sono intervenuti all’evento tra gli altri: il Ministro Martina, il Sindaco di Milano Pisapia, il direttore Expo Giuseppe Sala, il Presidente Save the Italia Claudio Tesauro, il Direttore generale Valerio Neri. Performance del maestro Allevi e dell’attrice Anna Foglietta.

Nel frattempo Save the Children ha diffuso il 16° rapporto sullo Stato delle Madri del Mondo, la pubblicazione contenente l’Indice delle Madri, cioè una classifica del benessere materno-infantile relativa a 179 paesi, che quest’anno vede in testa alla classifica la Norvegia,  il paese più a misura di madri e bambini e che presenta i valori migliori in tutti gli indicatori utilizzati.
Seguono: Finlandia, Islanda, Danimarca, Svezia, Paesi Bassi, Spagna, Germania, Australia, Belgio. Al polo opposto la Somalia, il peggiore luogo al mondo per madri e bambini, preceduta da Repubblica Democratica del Congo, Repubblica Centroafricana, Mali, Niger, Gambia, Costa d’Avorio, Chad, Guinea Bissau, Haiti e Sierra Leone. L’Italia è al 12°, in flessione di una posizione rispetto allo scorso anno. Non male ma si può sicuramente migliorare. Per rimanere aggiornati sull’iniziativa Seguite su Twitter @SaveChildrenIT e l’hashtag dedicato alla presenza in Expo #BeTheChange E se venite a Milano all’Expo fate visita al padiglione Save the Children.
Articolo Sponsorizzato

 


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.