La gabbianella e il gatto


“La gabbianella e il gatto” è un film tratto dal celebre racconto “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare “(1996) di Luis Sepúlveda. La pellicola, datata 1998, continua ad essere uno dei pilastri della cinematografia d’infanzia, e non solo. E’ un evergreen, attuale più che mai per i temi trattati con delicatezza, la tolleranza e l’aspetto ecologico.

Il film è il secondo lungometraggio di Enzo D’alò, pluripremiato regista e sceneggiatore di film d’animazione. “La gabbianella e il gatto”, datato 1998, ricevette da subito un gran successo di pubblico e critica. Ed in effetti il film è consigliato a tutti, grandi e piccini.

E’ impossibile non lasciarsi intenerire da Kengah , una gabbiana intrappolata in una distesa di petrolio nei Mari del Nord che in punto di morte, avvelenata dal petrolio, affida il proprio uovo al gatto Zorba. Il micio deve tenere fede a tre promesse: non mangiare l’uovo, averne cura finché non si schiuderà ed insegnare a volare alla gabbianella che nascerà.

Ce la farà Zorba? Quel che è certo è che è impossibile non emozionarsi davanti a questa emozionante favola moderna.

Il capolavoro si avvale di doppiatori d’eccezione, da Carlo verdone ad Antonio Albanese fino allo stesso Luis Sepulveda. La canzone più nota del film ,” So volare”, è stata scritta ed interpretata da Ivana Spagna.

Una curiosità fra tutte: il lungometraggio è costato due anni interi di lavorazione, e pensate..due tir di matite per completare i disegni animati!

Il film è in programmazione su Sky cinema Family, martedi 16 aprile alle ore 14.50

Un assaggio del film:

articolo di Letizia Sartù di Brindisi bimbi

2 commenti su “La gabbianella e il gatto”

Lascia un commento

quattro × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.