Blog Family

Interviste alla conduttrice e al direttore del programma su Nick Junior per l’inglese

Vi avevo detto che presto sarà in onda su Nick Junior un nuovo format in inglese per i bimbi piccoli: 1,2,3 impara l’inglese con me. I miei figli stanno crescendo bilingui quindi mi fà sempre piacere seguire queste iniziative, abbiamo avuto anche modo di vedere un’anteprima e First ne é rimasto entusiasta quindi é sicuramente un appuntamento da non perdere e da segnare in agenda.

Domande alla presentatrice:

1) Cara Teresa (Polly nel programma) sono una mamma di due bambini di 4 e 6 anni, quindi rientrano perfettamente nel vostro target, perché avete scelto questa fascia d’età?

1,2,3 Perché ? Impara l’inglese con me! guida i piccoli telespettatori all’osservazione e ai primi ragionamenti sulla realtà che li circonda (contenuti del programma). Il testo espresso in Bilingual Method™ mira a far familiarizzare i ragazzi con la lingua inglese. Ci sono una serie di espressioni e vocaboli che ricorrono in ogni episodio della serie (elementi didattici di base) e 5 vocaboli caratteristici di ciascun episodio (elementi didattici specifici) legati all’argomento o situazione del giorno. Gli elementi didattici specifici sono la base del Bubble Game (gioco di ripetizione di vocaboli tra Polly, Bubbles e il telespettatore) che chiude ogni episodio. Oltre all’indiscussa importanza che ha l’insegnamento della lingua inglese in età precoce, i bambini tra i 3 e i 6 anni accettano e fruiscono in modo ottimale del Bilingual Method per il suo carattere surreale e intuitivo. Il bimbo a quell’età non ha bisogno di giustificazioni razionali al fatto che la conduttrice (Polly) si esprima alternando la lingua italiana con quella inglese come fosse una lingua unica. Il metodo permette inoltra ai bimbi in età prescolare di apprendere l’inglese in modo diretto, e cioè, senza passare dall’italiano: possono associare il suono inglese della parola direttamente all’immagine, oggetto, azione, emozione o sensazione senza necessariamente passare prima dalla propria lingua.

 

 

2) I miei figli sono due anni che frequentano la scuola Helen Doron, ho avuto modo di conoscere e apprezzare l’apprendimento precoce della lingua, in cosa si differenzia il vostro metodo dagli altri?

Il Bilingual Method conduce lo spettatore/fruitore a dimenticare presto il meccanismo complesso e surreale dell’alternanza di due lingue e ad avere l’impressione di ascoltare una lingua unica, universale e senza frontiere. Gli aspetti didattici sono sempre camuffati da una forma di puro intrattenimento.

Domande al direttore di rete:

1) Come avete fatto a trovare la domande per il libro delle risposte?

Abbiamo svolto diverse ricerche all’interno di libri, abbiamo intervistato bambini in target e genitori che hanno condiviso con noi le loro curiosita’ e le domande piu frequenti. In futuro vorrebbero coinvolgere anche gli utenti del sito www.nickjr.it.

 

2) I miei figli adorano Diego (il mio secondo figlio da piccolo si faceva chiamare così 🙂 e sua cugina Dora, in cosa si differenza questo nuovo format?

Tutti questi programmi introducono i bambini italiani all’inglese, insegnando alcune epressioni e parole semplici.

“1,2,3 Perché? Impara l’inglese con me” offre in più la presenza di Polly, la vulcanica e simpatica presentatrice che parla con i piccoli spettatori e li coinvolge direttamente con le domande, canzoni e cartoni animati.

Dal labiale i bambini possono capire la pronuncia, dalle sue espressioni del viso e dai gesti decodificano facilmente il significato delle parole inglesi. In ogni puntata Polly eplora domande molto comuni e quotidiane che i bambini si pongono sul mondo che li circonda e trae spunto per parlare di oggetti che vedono ed usano comunemente.

“1,2,3, Perché? Impara l’inglese con me” è un programma nuovo che sicuramente conquisterà le mamme di oggi sempre alla ricerca di prodotti innovativi e di qualità e al tempo stesso di divertimento intelligente per i loro bambini.

 

3) Come mai vi state specializzando nella lingua inglese? Anche se in effetti su sky avete l’esclusiva per i programmi inglese/italiano.

L’unica eccezione é: English For Me su Sky DeA Kids, ma si rivolge ad un target più giovane.

Il network Nickelodeon da sempre ha introdotto l’apprendimento della lingua inglese all’interno dei propri cartoni animati, un esempio sono i cartoni che i tuoi figli adorano: “Dora l’Esploratrice” e “Vai Diego”, ogni format è pensato con caratteristiche e metodo di insegnamento proprio, questo per offrire un pacchetto completo ai nostri utenti. Con “1,2,3, Perché? Impara l’inglese con me” abbiamo fatto un ulteriore passo avanti introducendo il Bilingual Method™ di Teresa Pascarelli, per offrire un prodotto innovativo, divertente e di alta qualità. Ci siamo affidati alla sua esperienza decennale nell’insegnamento.

 

4) Continuerete su questa strada? Ci sono altri programmi del genere in calendario?

Sicuramente sì, è nelle corde di NickJr offrire contenuti che insegnino ai bambini discipline diverse divertendoli e facendoli giocare.

Per quanto riguarda l’inglese, l’idea è di proseguire con nuove stagioni di Dora e nel 2013 con la nuova serie di “1,2,3 Perchè? Impara l’inglese con me”

 

 


Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.