Blog Family

Crociere in famiglia: i più felici saranno i tuoi figli


Ultimamente ho fatto molte ricerche online per analizzare pro e contro delle vacanze in crociera per coppie con figli. In questo come in altri casi,  l’etá dei pargoli fa la differenza e può determinare il successo di un viaggio. La maggior parte delle compagnie offre diversi  mini-club per intrattenere giovani dai 0 ai  14 anni, ma  bisogna considerare due elementi. Il primo è il tipo di cabina che si è disposti a pagare.

Si, è vero che su molte linee gli ospiti al di sotto dei 12 anni viaggiano gratis, ma questo non basta a rendere economiche le vacanze  in crociera. La differenza di prezzo  tra una cabina interna ed una suite può superare i mille  euro (i costi ovviamente variano a seconda della compagnia e della destinazione). In media si hanno a disposizione  dai 10 ai 25 metri  quadrati.

Ogni  nucleo familiare dovrebbe quindi valutare se lo spazio è sufficiente alle proprie necessitá. Inoltre  spulciando i vari forum sembra sia anche importante scegliere il ponte giusto, visto che alcuni sono meno comodi e piú rumorosi di altri. Il secondo elemento da non trascurare è rappresentato dalle escursioni.  Di  nuovo, queste valutazioni  dipendono tanto dalla personalitá dei bimbi e dalle esperienze precedenti. Le escursioni possono essere dei veri tour de force.

Cittá storiche, infatti, possono richiedere scarpinate di 8 ore a seguito della guida di bordo. Difficile che un bimbo pigro  o poco abituato a camminare possa divertirsi. E come sanno bene  i genitori,  una giornata storta può creare nervosismo e rovinare una vacanza. Un paio di dettagli pratici: per ragioni di sicurezza, alcuni piccoli elettrodomestici sono vietati a bordo (per esempio  ferro da stiro e piastra per i capelli).


Ho iniziato questo post sottolineando spunti di riflessione per sgombrare  il campo da alcuni luoghi comuni. In generale, se i bimbi  non sono troppo piccoli  e giá apprezzano la compagnia dei coetanei, una crociera è una vacanza perfetta per loro. Al di lá delle singole attivitá, lo spazio confinato di una nave da crociera consente ai piú piccoli di avere spazi autonomi ed indipendenti dal nucleo familiare, ma in un  contesto sicuro e supervisionato. Molte linee di crociere sono andate ben oltre i  mini-club stile villaggio vacanze e  hanno  creato  spazi differenti per offrire varietá anche nelle attivitá dei giovanissimi.  I mini-club sono divisi per fasce d’etá e  ai genitori fará piacere sapere che sono aperti dalle 9 del mattino a  mezzanotte.

Con Costa Crociere il  bimbo dovrá avere almeno 3 anni per essere accettato nel mini-club. Costa organizza attivitá per viaggiatori dai 3  ai 17 anni. Alcune navi ospitano  i personaggi del fortunato cartone Peppa Pig,  con feste e spettacoli a tema. Il maxi club organizza invece feste da ballo e cacce al tesoro per intrattenere gli ospiti fino agli 11 anni.

Altre navi offrono una piscina dedicata ai bambini (all’interno dello Squok Club) e un  acqua park esterno con tanto di scivoli.  Anche MSC Crociere distingue i suoi club ragazzi per fasce anagrafiche. MSC  aggiunge qualche tocco in piú, dallo speciale benvenuto riservato ai bambini all’attenzione extra sulla sicurezza dei minori. Una volta a bordo, infatti, ogni bimbo viene dotato di un braccialetto con le informazioni di base quale numero di cabina e contatto telefonico dei genitori.

Interessanti  anche i pacchetti specifici per papá e mamme single. Le mie ricerche si sono soffermate su Costa ed MSC perchè battendo bandiera tricolore offrono piú partenze dai porti italiani di altre compagnie. Se non avete problemi di budget e potete aggiungere  dei voli aerei alla vostra crociera allora valuterei la compagnia di casa Disney. Esatto, la casa madre di Topolino ha una sua flotta di tre navi con tanto di spettacoli in style Broadway e aquapark.

Come se non bastasse, la Disney Cruise Line ha la sua  isola privata alle Bahamas, Castaway Cay, la stessa dove era naufragato il povero Tom Hanks nel film dallo stesso titolo… Il problema è che le navi Disney salpano principalmente da porti americani, quindi il costo totale della vacanza aumentarebbe in modo considerevole. Voi avete avuto esperienze  di crociere in famiglia?  Se avete giá fatto questa esperienza e pensate che ci siano aspetti importanti da considerare per famiglie con bimbi, per favore condividete nei commenti qui sotto.

Articoli Correlati

Dove andare in vacanza?
Lago di Telese e Parco Grassano

Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.