Blog Family

 Il metodo GROW ti insegna come far crescere il tuo business (con video)

Il metodo GROW ti insegna come far crescere il tuo business vediamo perché:

Il nome GROW è un acronimo e sta per GOAL – REALITY – OPTIONS – WAY

G. Goal: qual è il tuo obiettivo? Fissare l’obiettivo (Goal) sia della sessione di coaching, sia nel breve e nel lungo periodo è fondamentale per avere successo nel proprio business.

Nel mio caso voglio guadagnare 30.000 euro l’anno

Ad esempio organizzando nel dettaglio il nostro piano annuale, trimestrale, mensile e poi giornaliero.

R. Reality: qual è lo stato attuale? Verificare la realtà (Reality), cioè i dati di fatto, al fine di analizzare la situazione

E’ possibile che io raggiungo questo obiettivo?

Ricordi gli obiettivi devono essere s.m.a.r.t. altrimenti sono solo sogni.

• O. Obstacles/Options: ostacoli e modalità di raggiungimento all’obiettivo. Verificare le opzioni (Options) e le strategie alternative di azione.

Come farò a raggiungerlo? Nuovi corsi, post sponsorizzati, affiliazioni, libro, google adsense…

Ci saranno sempre degli ostacoli, fa parte della vita non farti mai abbattere da questi. Soprattutto non crearti ostacoli da sola, a volte lo facciamo con le nostre convinzioni limitanti e non ce ne rendiamo nemmeno conto. Impariamo ad ascoltarci, a sentire come parliamo con noi e a migliorare questa comunicazione interna.

W. Way forward: segna la tua strada verso l’obiettivo. 

Ogni mese segno l’attività che devo fare e quando devo giuadagnare per raggiungere il mio obiettivo finale.

Adesso sei in A vuoi arrivare in B, come devi fare? Fai finta di essere già arrivata alla fine dell’anno come hai fatto a raggiungere tutti gli obiettivi che ti sei proposta? Segna tutti gli step e fai in modo di fargli entrare nel tuo Planner.

Verificare che cosa (What) si deve fare, quando farlo (When), chi deve farlo (Who) e la volontà di farlo (Will)

Ogni mini step settimanale deve essere verificato ma mano che lo fai tu, oppure che lo fanno gli altri. Così se c’è qualche intoppo poi individuarlo subito e correre ai ripari.

N.B. la qualità delle risposte è direttamente proporzionale alla qualità delle domande.

Ecco alcune buone domande che Tony Robbins pone a se stesso e ai suoi clienti e che possono aiutare anche noi comuni mortali che non possiamo permetterci una sessione di coaching con lui:
  • Come posso utilizzare il mio tempo al meglio adesso?
  • Cosa sto cercando di realizzare?
  • Che cosa sono disposto a fare?
  • Quali sono le tre cose più importanti di oggi?
  • Come mi sentirò dopo aver gestito la situazione?

Un’amica mi ha fatto presente che esiste un metodo simile,il metodo SOSTAC, un modello elaborato da Pr Smith che ci aiuterà a pianificare una buona strategia di marketing.

Ovvero dove siamo?

Dove vogliamo andare?

Quale strategia che implementeremo per ottenere i risultati voluti

Gli step nel dettaglio della strategia

Azione

Controllo. E’ andata come pensavamo che sarebbe andata? Se sì bene, se non cosa possiamo fare per migliorarla?


2 commenti

  • Stefania il 13/12/2017 scrive:

    Interessante, anche io ho parlato del metodo SOSTAC! È davvero utilissimo! Ps: Tony Robbins è io top!



    • Super Mamma il 14/12/2017 scrive:

      Beato LUI 😀



Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.