Blog Family

Vivere Freelance Luca Panzarella

Vivere Freelance Luca Panzarella

Qual è il prezzo giusto da fare? Il prezzo “giusto” è il massimo che il tuo cliente è disposto a spendere.

Lo so. Una risposta del cavolo. Ci sono diversi modi per determinare il prezzo giusto da chiedere.
Uno ad esempio può essere quello di mandare una richiesta di preventivo a due o tre tuoi concorrenti così da sapere come si comporta il resto del mercato.

Lavora per tanti soldi, oppure gratis:

Tanti, tantissimi soldi: 70 euro l’ora, 90 euro l’ora, 120 euro l’ora. La tariffa oraria è virtualmente infinita: eppure nel primo anno difficilmente riuscirai ad andare al di sopra dei 30.

Se hai accettato di dare in affitto il tuo cervello e le tue mani per otto ore al giorno, assicurati di essere estremamente ben pagato oppure fallo perché pensi di stare creando valore. Creare valore? Un progetto che crea valore è qualcosa che ti dà esperienza, che puoi mettere in portfolio, che migliora la società in cui vivi, che ti fa conoscere altri contatti utili per il tuo lavoro o per la tua vita personale, che ti fa avere successo, è un pensiero fisso che non ti fa dormire. O sei davvero ben pagato, o i soldi non importano perché stai creando valore.

I veri leader prendono sempre le scelte migliori. Questo non perché siano infallibili, ma perché una volta presa la scelta si attivano perché si riveli vincente.
Scegliere è quindi solo la parte meno importante.
Dopodiché spetta a te farla diventare la migliore strada da prendere.
Compito per casa: Conosci almeno una nuova persona al giorno. Lasciagli il tuo biglietto da visita. Ripeti questo processo all’infinito per 6 mesi.
Ma cosa vuoi davvero realizzare? Come ti vedi tra due, cinque, dieci anni? La costruzione di un obiettivo di vita, personale o lavorativa, si costruisce giorno dopo giorno. Non si improvvisa all’ultimo minuto. E quindi chiediti: cosa vuoi essere fra qualche anno?
È il te del futuro che determina chi sei adesso, non il contrario.
La vita da freelance è piena di alti e bassi.
E così periodicamente ti sembra di fare sempre le stesse cose. Ti distendi sul letto. Fuori piove. E ti dici “e adesso”? E adesso non mollare. Tutte le volte che fai un passo verso il tuo sogno crolla qualche certezza. E tutte le volte che crolla una certezza hai paura. Vorresti tornare indietro… non farlo!

Se vuoi diventare freelance puoi partecipare al mio corso: “web coach per freelance” ti regalo 1/2 h gratuita su skype per capire se è quello che potrebbe fare per te.

Per acquistare il libro clicca sull’immagine sottostante:

Vivere Freelance Luca Panzarella La trama:

“Ci sono dei momenti in cui tutto sembra andare benissimo.
Ti senti invincibile, ma in realtà non è esattamente così.
Tu sei invincibile.
Dal momento in cui lo hai deciso.”

La guida per freelance più venduta di sempre in formato ebook!

Indice:
0. A cosa serve questo e-book
1. C’era una volta un freelance
2. Vuoi fare il freelance? Lavora come dipendente.
3. Il giorno in cui apri la partita iva
4. Le prime tre cose da fare
5. Basta curriculum
6. C’è crisi
7. Il tuo ruolo online
8. Sei un brand
9. Come gestire il tuo brand
10. Organizza il tuo portfolio online
11. Trovare i clienti: fare movimento
12. Come un utente medio naviga il tuo portfolio online
13. Cosa comunica la tua pagina personale
14. Trovare nuovi clienti: il metodo spam
15. Parole chiave da ricordare per una lettera di presentazione
16. In attesa di una risposta
17. Il giorno in cui prendi il primo progetto
18. La chiamata prima del preventivo
19. Il brief con il cliente
20. Cosa considerare nella stima di un prezzo
21. Come scoprire i prezzi medi della tua professione
22. Qual è il prezzo giusto da fare?
23. Il dopo-preventivo
24. Hai fatto un prezzo alto o basso?
25. Lavora per tanti soldi, oppure gratis
26. Qual è il tuo cliente ideale?
27. Modifiche impossibili
28. Educare il cliente
29. Il giorno in cui il cliente non paga
30. Sbaglia
31. Impara
32. Cosa inserire nel preventivo per non rimanere fregato
33. Quanto hai guadagnato il primo anno di freelancing
34. Il giorno in cui decidi di trasferirti all’estero
35. Cambiamento, questo sconosciuto
36. Il giorno in cui mandi a quel paese i clienti italiani
37. Come prendere le decisioni giuste
38. Il giorno in cui ti trasferisci a Londra
39. Cosa vuol dire trasferirsi in una nuova città
40. Il giorno in cui diventi location independent e trovi casa a Londra
41. I quattro livelli di libertà di un freelance
42. Comunicazione, questa sconosciuta
43. Trovare nuovi clienti: il networking
44. Biglietti da visita
45. Vuoi essere un guru? impara a vivere nella Savana
46. Trovare nuovi clienti: il metodo guru
47. Auto-organizzazione, questa sconosciuta
48. Obiettivi a breve, medio e lungo periodo
49. Giovani italiani vs resto del mondo
50. Il giorno in cui trovi lavoro a Londra
51. Motivazione, questa sconosciuta
52. Il giorno in cui fai un colloquio di lavoro a Londra
53. La prima settimana di lavoro
54. Credi nei supereroi
55. Il giorno in cui devi decidere se essere libero o diventare ricco
56. Quando tutto fila che è una meraviglia
57. Storia di vita all’estero
58. Gli stipendi e le spese di Londra
59. Costruire relazioni vs costruire business
60. Il giorno in cui ti licenziano
61. Vita (dura) da freelance
62. Quanto hai guadagnato il secondo anno di freelancing (all’estero)
63. Il giorno in cui torni in Italia
64. Il giorno in cui smetti di leggere e cominci a vivere

Consulta il sito www.viverefreelance.it

Articoli Correlati

Hello Kitty compie 40 anni ma non li dimostra
Ti sposo io: Tutti i segreti per un matrimonio leggendario

Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.