Blog Family

La fiaba di Pigiamino a Pois

La fiaba di Pigiamino a Pois di Silvia Buda.

La scrittrice ci racconta:
Da sempre ho avuto una grande passione per i libri e le storie fantastiche sin da
piccola ne facevo indigestione. Così quando mi è venuta in mente l’idea di scrivere
una storia tutta mia, l’ho fatto gettandomi nell’impresa a capo fitto!

Questo è un libro che nasce un po’ per gioco, un po’ per passione e un po’ per
magia… È una storia piacevole e divertente da leggere, pensata per bambini dai sei
anni in su, che sappiano già leggere da soli. Con ciò, però, non si vuole precludere la
possibilità ai genitori di leggerla anche a bambini un tantino più piccoli.

Pigiamino a Pois, questo è il nome del protagonista della storia, è appunto un caldo
pigiamino invernale che viene regalato per Natale ad una bambina. Egli è un
pigiamino umanizzato che sa pensare e parlare, sa essere felice oppure triste, che sa
sorridere ma che sa anche e soprattutto arrabbiarsi, se qualcosa non va per il verso
giusto!

La fiaba narra di come il pigiamino dovrà fare i conti con la novità e soprattutto con se
stesso, con la sua personalità e con il significato del verbo crescere. Fin dall’inizio
della storia si capisce che qualcosa non andrà per il verso giusto e Pigiamino a pois
ha come un sentore di ciò. Difatti, ben presto arriverà un altro pigiamino nel cassetto,
si tratta del suo “rivale” Pigiamino Nuovo di zecca.

Il nuovo pigiamino diventa come un nemico per lui, un sorta di intruso che va
allontanato dal suo ambiente, l’armadio in cui vive, e che non vuole proprio accettare
come nuovo amico.

Preso alla sprovvista, Pigiamino a Pois non saprà come gestire la nuova situazione in
cui si verrà a trovare e anche se avrà il supporto delle sue amichette Babbucce di
lana, egli non sarà in grado di accettare la novità che gli è capitata.

Solo alla fine della storia, come spesso accade, per puro caso, capirà che adesso non esiste solo lui ma
che essendo in due, i pigiamini dovranno essere in grado di gestire la nuova
situazione in cui si trovano a vivere entrambi. Del resto che colpa può avere Pigiamino
Nuovo di zecca se anche lui è stato regalato per le feste di Natale?

Piano, piano, l’egoismo di Pigiamino a Pois lascerà il passo ad una maggiore
comprensione di sé e dell’altro. Dopotutto, Pigiamino a Pois capirà che, invece, di
pensare a come liberarsi di Pigiamino Nuovo di zecca, sarebbe molto meglio
accettare la novità della situazione e imparare a vivere giorno per giorno, cogliendo la
felicità nelle piccole cose magari diventando un suo buon amico.

Una storia divertente e che fa molto riflettere sul significato del carpe diem dedicata ai
più piccoli ma rivolta anche ai grandi. Da leggere da soli oppure in compagnia. 🙂

Altri libri per bambini li trovi a questo link.

Articoli Correlati

Giovanni Bollea "Genitori grandi maestri di felicità"
Diario di una schiappa

1 commento

  • Silvia il 1/10/2017 scrive:

    Grazie mille 🙂



Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.