Blog Family

Come combattere i pidocchi

Come combattere i pidocchi

Ho fatto questa domanda alle mie amiche su facebook e queste sono state le risposte:
Balsamo ad ogni lavaggio.
Tea tree oil, un olio che non conoscevo ho scoperto essere: antivirale, antibatterico, anti-parassitario, calmante e balsamico. Adatto a molte situazioni diverse.

Fino ad ora i miei figli non avevano mai preso i pidocchi, usavo gli spruzzini della farmacia. Pensavo (illusa) che dopo le elementari non ce ne sarebbe stato bisogno. E invece mi hanno fregato le scuole medie, infatti…

Alle medie e i primi anni delle superiori sono i più tremendi! Mia figlia ha pure i capelli lunghissimi… io adesso ho preso l’abitudine di pettinarli con il pettine d’acciaio fitto dopo una dose abbondante di balsamo… vedi che se c’è qualche ospite se ne va…

Ho passato le ultime 2 primavere e autunni (anche in autunno ci sono) a dar shampoo e spray ma dopo un po’ tornavano, ora con il sistema pettine una volta alla settimana sembra che riusciamo a tenerli a bada.
Essenza di lavanda… è un repellente per i pidocchi e visto i capelli che ha mia figlia puoi credermi!

Taci va. Poi ora le ASL non vengono nemmeno più a controllare. Noi abbiamo fatto come Gabriella. Dopo la prima volta usavo lo spray specifico per prevenire… e sono tornati 😱
Adesso uso l’olio tea tree ed uno shampoo preventivo una volta la settimana. Metto anche qualche goccia dell’olio nello shampoo normale.
E una volta alla settimana vago di pettinino. Questo procedimento bisogna farlo con molta cura perché il maledetto parassita e le sue orripilanti uova sono fetenti.

Se c’è una cosa che mi fa abbastanza schifo sono i pidocchi e con l’arrivo della scuola arrivano ogni anno puntuali pure loro, ed io combatto una strenua battaglia contro di loro per assicurarmi che i miei figli non li prendano, anche perché io ho tantissimo capelli e molto ricci, sarebbe davvero un disastro disinfestarli!

L’infestazione degli indesiderati ospiti è elevata, soprattutto nei mesi che vanno da maggio a ottobre e riguarda principalmente i bambini dai 4 ai 12 anni. I pidocchi sono molto democratici: non fanno distinzioni di razza, pulizia o genere, a loro piacciono proprio tutte le teste, per questo non bisogna vergognarsi se i nostri figli o a volte anche noi prendiamo gli antipatici parassiti.

Se volete acquistare l’olio di tea tree, che a quanto pare è stato il rimedio naturale più suggerito. cliccate sul link sottostante.

Olio di Albero del Tè – Olio Essenziale Puro al 100% – 50ml

Un po d’informazioni tecniche su come combattere i pidocchi:

La misura dei pidocchi vari a seconda della loro età dal 1/2 millimetro ai 3 millimetri. Anche il colore cambia in base all’ambiente in cui si trovano. Non volano, non saltano e non nuotano, corrono molto veloci e si mischiano per contatto. Un pidocchio depone dalle 3 alle 5 uova al giorno e dopo 7 giorni schiudono per questo è fondamentale ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Dopo che il pidocchio è uscito dall’uovo il guscio vuoto (lendine) rimane attaccato al fusto del capello basta pettinare con il pettine stretto per rimuoverlo. Ai maschietti se possibile tenete i capelli corti, alle femminucce legati belli stretti.

Se i vostri figli li hanno presi dovete lavare tutto il lavabile a 60° (oppure stirate tutto) per essere sicuri che non schiudano altre uova.

Quello che non potete lavare metterlo in buste di plastica chiuse (così muoiono senz’aria) utilizzate tutto l’anno gli spray specifici, sì hanno un brutto odore ma è proprio quello che serve a non far rientrare il capo dei vostri figli tra i preferiti dei pidocchi e in bocca al lupo.

Articoli Correlati

Sconto del 10% sul sito toc-toc
Concorso piccolo imperatore o imperatrice

Nessun commento

Scrivi un commento

Lascia un commento a questo articolo, ti garantiamo che il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico e che non riceverai MAI spam da parte di Blog Family.

Questo sito è abilitato Gravatar. Clicca qui per creare un Avatar che comparirà ogni qual volta lascerai un commento su Blogfamily.it e su tutti gli altri siti e blog che supportano la tecnologia Gravatar.

* campi obbligatori.